Elle Fanning sulla scelta di Halle Bailey come Ariel ne La Sirenetta

Elle Fanning sulla scelta di Halle Bailey come Ariel ne La Sirenetta

Elle Fanning, ospite al Giffoni 2019 e protagonista di Teen Spirit e Maleficent 2, parla della scelta di Halle Bailey per la parte di Ariel ne La Sirenetta

Il 22 luglio 2019 Elle Fanning è stata ospite al Giffoni 2019, per presentare la pellicola d’esordio del regista Max Minghella, chiamata Teen Spirit, di cui è protagonista. L’attrice durante il festival ha avuto occasione di confrontarsi con il giovane pubblico, in molti casi di un’età non molto lontana dalla sua e di parlare anche della recente scelta da parte di Disney di dare il ruolo di Ariel a Halle Bailey per il live action de La Sirenetta.

La giovane interprete di Violet in Teen Spirit ha appena 21 anni e conta un’esperienza cinematografica di oltre 60 titoli, costellata da famosi nomi del cinema tra colleghi e primi sostenitori della sua carriera. Da Sofia a Francis Coppola, il quale, afferma l’attrice stessa durante una conferenza, le ha insegnato il valore della famiglia e, aggiunge scherzosamente, “come fare una buona pasta. Anche se probabilmente non ricordo nemmeno più come si faccia.” Al cinema Elle Fanning appare inoltre accanto all’iconica Angelia Jolie nel live action Disney, Maleficent, del quale a breve uscirà il sequel. Nel film, come molti di voi sapranno, Elle Fannning interpreta la principessa Aurora ed è proprio questa sua unica posizione all’interno dell’immaginario disneyano ad averci spinti a chiederle una sua opinione circa il casting di Halle Bailey ne La Sirenetta. A maggior ragione quando l’argomento della conversazione, durante la roundtable a cui abbiamo partecipato in compagnia dell’attrice, si è spostato sull’influenza del politically correct, nella scelta dei ruoli all’interno di Hollywood. Sull’argomento la Fanning afferma:

“Dovremmo essere cauti. Non vogliamo tornare indietro nel nostro essere inclusivi. Abbiamo ancora molta strada da fare. Dobbiamo continuare a fare progressi. Stiamo cercando di progredire ed essere molto più inclusivi.”

Il 4 luglio 2019 Disney ha annunciato l’attrice che prossimamente si calerà nei panni di Ariel nel live action de La Sirenetta: Halle Bailey. La scelta di un interprete di colore per la parte di un personaggio che nel classico Disney presenta fattezze nordiche ha sollevato molte polemiche, soprattutto sui social come Twitter. I fan del cartone si sono divisi tra chi si è dichiarato contro la decisione di Disney per come quest’ultima si sia allontanata troppo dalla realtà del classico che si prepara a portare in scena. E tra chi invece ha visto questo tipo di critiche come un sintomo del razzismo ancora insito nella nostra società e sfociato in un inutile giudizio verso qualcosa che non ha base nella realtà. Data la natura fantastica della sirenetta protagonista del cartone. Ecco cosa pensa la nostra principessa Aurora a riguardo:

“Penso sia così sbagliato [criticare la decisione di Disney]. La amo. Penso sia così bella e possa cantare così bene. La sua voce è angelica. E ciò che conta di Ariel non è che sa cantare benissimo? Non importa dunque l’etnia. Sono sicura che ha ottenuto quella parte per la sua voce perché non ho mai sentito cantare qualcun altro meglio di lei. Le ho lasciato un commento sul suo profilo Instagram dandole il benvenuto nel club Disney delle principesse.”

Elle Fanning prosegue poi parlando delle difficoltà che un’attrice può affrontare nell’ottenere dei ruoli all’interno dell’industria cinematografica. E parla di come gli interpreti siano abituati a ricevere molti ‘no’ durante le audizioni ma di come sia importante ricordarsi costantemente del desiderio che porta gli attori a dare il tutto per tutto per la propria arte. L’unico modo per superare ogni sfida e lanciarsi in nuove avventure è “trasformare la paura in grinta e ribaltare così la situazione a proprio favore.“.