Tom Ellis si prende una pausa da Twitter dopo le recenti polemiche

Tom Ellis si prende una pausa da Twitter dopo le recenti polemiche

Tom Ellis ha informato i suoi follower su Twitter di volersi prendere una pausa dal social, poiché non sempre gli sembra un ambiente positivo.

Negli ultimi giorni, come vi abbiamo già riportato, molti utenti di Twitter si sono scagliati contro Tom Ellis, apprezzato attore di Lucifer, poiché a quanto pare avrebbe bloccato diversi account. Le ragioni di queste presunte azioni, stando ai tweet della gente sul social, risiedevano nel fatto che molti dei profili bloccati avevano espresso opinioni diverse da quelle della moglie.

Né l’interprete di Lucifer Morningstar, né Meaghan Oppenheimer hanno commentato l’ondata di critiche, che comunque non ha imperversato senza essere contrastata anche da tanti messaggi di appoggio. Poche ore fa, però, Tom Ellis è tornato su Twitter per far sapere ai suoi follower di aver preso temporaneamente una decisione:

Twitter sembra sempre di più un posto in cui alla gente piace urlarti addosso cose orribili e incoraggiare gli altri a fare lo stesso se non condividono la tua stessa opinione. Credo mi prenderò una piccola pausa. Con amore.

Il tweet in questione ha ricevuto il supporto di diversi fan, i quali hanno riconosciuto alla star di Netflix il diritto di agire come meglio crede. In più, è stato sostenuto anche da una collega: Rachael Harris, Linda in Lucifer. Quest’ultima ne ha approfittato per informare i suoi follower che si sarebbe maggiormente dedicata ad Instagram.

A differenza di Tom Ellis, che ha solo parlato di pausa, a voler chiudere i rapporti con Twitter è stata Lauren German (Chloe Decker), la quale lo scorso giugno ha deciso di disattivare il proprio account dopo aver ricevuto una serie di commenti e critiche ad un suo tweet.

Ogni tanto il social in questione genera reazioni di questo tipo, più rispetto agli altri ed è un peccato, date le opportunità che offre.

Per non perderti nessuna novità, ricorda di seguirci anche su Instagram, cliccando QUI.