Spider-Man torna nel MCU: Sony e Disney hanno trovato un accordo

1Spider-Man torna nel MCU: Sony e Disney hanno trovato un accordo dopo l’apparente uscita di scena del supereroe di Tom Hollland dai film Marvel

AGGIORNAMENTO 27/09/2019 Avete letto bene. Spider-Man torna nel MCU per un terzo film dopo che Sony e Disney sono riuscite a trovare un nuovo accordo che soddisfi entrambe le parti. Durante l’estate il mancato raggiungimento di un compromesso tra le due case di produzione aveva portato all’uscita di scena del supereroe di Tom Holland dal Marvel Cinematic Universe. Oggi, secondo quanto riportato da Variety, i Marvel Studios e il loro presidente Kevin Feige hanno annunciato invece la realizzazione di un sequel di Far From Home, in uscita il 16 luglio del 2021.

“Sono così entusiasta che il viaggio di Spidey nel MCU continuerà, e io e tutti noi ai Marvel Studios siamo così elettrizzati dall’idea di poter continuare a lavorare su questo progetto. Spider-Man è un’icona potente e un eroe la cui storia attraversa tutte le ere e gli spettatori in giro per il mondo. Ed è anche l’unico eroe con un superpotere tale da attraversare universi cinematografici, così mentre Sony continua a realizzare il suo proprio Spidey-verse non sapete mai cosa vi riserva il futuro”

Queste le parole di Feige mentre si prepara a lavorare sul prossimo film di Spider-Man. Ma com’è stato possibile il raggiungimento di un accordo tra Disney e Sony? Sempre secondo quanto riportato da Variety, Sony avrebbe proposto di mantenere i termini attuali del contratto, che prevedono il guadagno del 5% sugli incassi del film e del merchandise per Marvel.

Ad annunciare il ritorno di Spider-Man nel MCU è stato anche l’attore interprete di Peter Parker nei film Marvel, l’amatissimo Tom Holland. In occasione di questa grande notizia, la star ha condiviso sul suo profilo Instagram una clip del film con protagonista Leonardo Di Caprio, The Wolf Of Wallstreet. Nel video il personaggio annuncia ai presenti che non se ne andrà e che lo “spettacolo continua“.

View this post on Instagram

?

A post shared by Tom Holland (@tomholland2013) on

Ecco cosa vi riportavamo nell’agosto del 2019 quando Spider-Man lasciava l’MCU

Il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige non sarà più coinvolto in alcun progetto cinematografico sul personaggio di Spider-Man. Questo perché, come riporta in esclusiva Deadline, Disney e Sony Pictures non sono riuscite a raggiungere un accordo in merito ai diritti su Spider-Man. La disputa andava avanti già da qualche mese, ma ora Sony ha tagliato Kevin Feige da ogni futuro progetto, per via di una richiesta di Disney, considerata fin troppo eccessiva. Di conseguenza i Marvel Studios non saranno più coinvolti nell’universo dell’Uomo Ragno.

Il problema principale è legato a una questione monetaria, e a come sia Disney che Sony abbiano rifiutato di andare incontro l’una all’altra. Disney ha chiesto che il futuro dei film di Spider-Man diventasse un accordo di guadagno diviso 50/50, con metà introito per i suoi studio e metà per Sony. Questo avrebbe permesso l’espansione dell’universo Spider-Man anche in altre pellicole. Tuttavia, come già spiegato, Sony ha rifiutato l’offerta. Secondo le fonti Sony non ha voluto condividere il suo più grande franchise, e non è scesa a patti con Disney. Quest’ultima non era più disposta a guadagnare solo il 5% dagli incassi dei film e merchandise di Spider-Man, come stabiliva il precedente accordo.

La notizia è in continuo aggiornamento, dato che gli accordi tra Disney e Sony sono ancora in fase di discussione. Il futuro di Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe è al momento appeso a un filo molto sottile.

La situazione si articola in un momento ben preciso dell’economia cinematografica, in quanto il film prodotto da Kevin Feige, Avengers Endgame, è di recente diventato il film con maggiore incasso di tutti i tempi. Mentre Spider-Man: Far From Home è non solo il film con protagonista l’Uomo Ragno con maggiore incasso, ma anche il più redditizio di casa Sony. La pellicola ha superato il miliardo di incassi, scalzando anche Skyfall, il quale è sempre un prodotto Sony.

Le fonti di Deadline dichiarano che sono in programma altri due film di Spider-Man nei quali Sony vorrebbe coinvolgere il regista Jon Watts e l’attore Tom Holland. In un primo momento nessuno dei due aveva rilasciato dichiarazioni, per confermare o meno il proprio ritorno a queste nuove condizioni. Secondo THR, Tom Holland avrebbe concluso il suo contratto con Sony, e prossimamente avrebbe dovuto firmarne uno nuovo oppure cessare i rapporti con gli studios.

AGGIORNAMENTO 25/08/2019 – Durante il D23 Expo, Entertainment Weeky ha intervistato Tom Holland e Kevin Feige, chiedendo il loro parere in merito alla disputa di Spider-Man tra Disney e Sony. Il giovane attore ha dichiarato:

“Sostanzialmente abbiamo fatto cinque grandi film. Sono stati cinque magnifici anni. Ho passato il momento più bello della mia via. Chissà cosa riserverà il futuro! So che continuerò a recitare nei panni di Spider-Man e a divertirmi facendolo. Sarà davvero divertente, qualsiasi strada prenderemo. Il futuro di Spider-Man sarà diverso, ma sarà ugualmente fantastico e sorprendente. Troveremo sempre nuovi modi per renderlo più interessante”.

“Verso Spider-Man provo solo gioa e gratitudine” ha dichiarato invece Kevin Feige “Siamo riusciti a fare cinque film con Spider-Man nel MCU: due standalone e tre con gli Avengers. È un sogno diventato realtà. Non è mai stato destinato a durare per sempre, sapevamo che avevamo a disposizione un tempo limitato. Abbiamo raccontato la storia come volevamo e sarò sempre grato per questo”.

AGGIORNAMENTO 6/09/2019 – In un’intervista a Variety, il presidente di Sony Pictures Tony Vinciguerra ha dichiarato che per il ritorno di Spider-Man alla Disney Al momento la porta è chiusa, pertanto non si è ancora trovato un accordo tra le due parti.

“Nonostante le trattative non andate a buon fine Sony e Disney sono in buoni rapporti, e in ogni caso gli impegni di lavoro di Kevin Feige avrebbero impedito di dare l’importanza necessaria al personaggio di Spider-Man. Siamo stati bene a lavorare con Feige sui film di Spider-Man, ma non siamo riusciti ad accordarci. Il team della Marvel è fantastico, sono dei grandi lavoratori e abbiamo un enorme rispetto per loro. Ma anche il nostro team non scherza. Spider-Man andava alla grande anche prima dei due Avengers, è andato ancor meglio dopo di questi e ora che abbiamo il nostro universo passerà la palla anche ad altri personaggi. Penso che siamo capaci di fare quello che dobbiamo fare”.

Infine l’uomo ha parlato dei programmi futuri della Sony: il secondo film su Venom, una pellicola sul personaggio Morbius, cinque o sei serie TV sul mondo di Spider-Man. Sottolineando poi il successo del film animato Spider-Man – Un nuovo universo e la serie Sony-Amazon The Boys, ha voluto dimostrare la capacità degli Studios di lavorare con i personaggi supereroi.

In ogni caso negli ultimi mesi Kevin Feige ha ottenuto il controllo di Fox, e quindi dei franchise di X-Men e Deadpool. Questi personaggi saranno presto inclusi nelle fasi successive del Marvel Cinematic Universe. Con la piattaforma streaming Disney+ inoltre, sicuramente la situazione in casa Disney potrà solo che migliorare dal punto di vista monetario. Tuttavia le fonti sostengono che Kevin Feige ami Spider-Man, e lo consideri il migliore supereroe della Marvel.

Ma cosa significa tutto questo? Cosa comporta questo nuovo accordo tra Sony e Marvel?

Indietro