Intervista a Matthew Daddario, Alec Lightwood in Shadowhunters

Gossip e celebrità

Intervista a Matthew Daddario, Alec Lightwood in Shadowhunters

Yaso | Agosto 24, 2019

La nostra intervista a Matthew Daddario, attore interprete del celebre Alec Lightwood nella serie di Freeform, Shadowhunters! La scorsa primavera […]

La nostra intervista a Matthew Daddario, attore interprete del celebre Alec Lightwood nella serie di Freeform, Shadowhunters!

La scorsa primavera si è conclusa la tanto amata serie TV tratta dai romanzi di Cassandra Clare, Shadowhunters. Il mondo che l’autrice ha creato è stato adattato per Freeform da Ed Decter finendo per conquistare, non solo i fan della saga letteraria, ma anche gli appassionati di telefilm. L’amore per la serie è tale che dopo la sua cancellazione tante sono state le petizioni e i tentativi di salvarla portati avanti dai fan. Il network non è tornato sui suoi passi ma ha comunque deciso di regalare al pubblico un degno finale di due ore, diffuso in Italia grazie a Netflix. Quest’ultimo addio è stato seguito poi dalla The Italian Institute 3, convention che ha permesso alla grande community di Shadowhunters di incontrare gli attori della serie. L’evento è stato organizzato da Kinetic Vibe i cui membri sono gli stessi che hanno dato vita in passato alla Fandom Vibes e che sono alle prese ora con i preparativi per la convention su Skam, chiamata Share The Love, la seconda edizione dell’Operation Con. Nei giorni dal 12 al 14 luglio 2019 eravamo presenti anche noi all’NH Congress Centre di Milano pronti ad incontrare gli ospiti della convention. Tra gli attori del cast giunti in Italia, troviamo David Castro, Matthew Daddario, Emeraude Toubia, Jade Hassouné, Harry Shum Jr, Luke Baines, Alberto Rosende, Nicola Correia-Damude, Anna Hopkins, Tessa Mossey, Dominic Sherwood e Katherine McNamara. Oggi vi riportiamo con piacere la nostra intervista a Matthew Daddario, celebre interprete dell’amato Alec Lightwood in Shadowhunters.

Se potessi scegliere un preciso momento nella storia di Alec e Magnus, in cui pensi lo Shadowhunter abbia iniziato ad innamorarsi dello stregone, quale sceglieresti? 

Dipende da quello che intendi con innamorarsi. Consiste in un processo. Hai l’iniziale incontro. Potresti considerarlo in modo vagamente scientifico, il che rovinerebbe il bello dell’innamorarsi. Ma cercheremo di fare del nostro meglio. Dunque penso che inizialmente hai il primo incontro, la prima volta che si vedono, giusto? Tu credi nell’amore a prima vista?

Sì.

Sì, molto bene. Io in verità non avevo mai creduto a quel concetto. Però ora ci credo, perché penso che mi sia all’incirca successo. C’è questo momento… così immediato. Non so cosa sia. Ti rimane impresso. E se non dovessi più rivedere quella persona penseresti a lei fino al giorno della tua morte. E questa è una cosa strana. Mi chiedo cosa succeda nel nostro cervello. Qual è l’esatta reazione che avviene? Dunque direi, dando per scontato che quell’esperienza che ho sperimentato nella mia vita si applichi anche a Alec e alle persone in generale, direi che l’incontro iniziale conta. E direi che quello è il primo momento in cui il processo dell’innamoramento inizia e mi verrebbe addirittura da dire che quel momento ha reso [l’innamorarsi di Alec e Magnus] inevitabile. Dunque questa è la mia opinione a riguardo.

Durante questo tipo di eventi incontri costantemente fan e parli con loro. Dunque ecco la nostra domanda. Quando un fan incontra l’attore che interpreta il suo personaggio preferito, pensi voglia veramente conoscere la persona dietro le quinte o stia invece cercando la conferma che il suo personaggio preferito esiste davvero? 

Uh, domanda difficile e ci penso spesso a questo. Penso ci siano diversi tipi di fan da questo punto di vista. Ci sono quelli che vogliono vivere davvero nella fantasia che consiste nell’esistenza del loro personaggio. A questo tipo di persone non suggerirei di incontrare l’attore perché nel farlo stai applicando un certo tipo di tensione sulla relazione con il personaggio. Perché ora il tuo personaggio sta inevitabilmente di fronte a te, come non mai. Ma sta anche mostrando la sua vera natura. E penso diventi dunque impossibile distinguere queste due cose senza pensare all’altra cosa. E rovinerebbe ciò che è per te il tuo personaggio preferito. A volte alcune persone arrivano e vogliono davvero conoscere l’attore. Altre persone arrivano e non sembrano poi tanto interessate. Alcune hanno conosciuto Alec, poi si sono interessate al personaggio e poi a te [come attore] e ora sono qui per te. E in quest’ultimo caso è più facile legare perché queste persone stanno cercando di interagire con te. E a me piace quando arrivano questo tipo di persone. Hanno un senso più complesso di comprensione di chi sei e vogliono chiacchierare con te, conoscerti e questo è interessante. Perché sfortunatamente non sono Alec, ma posso rispondere a molte domande su Alec. C’è una parte di me che protegge Alec e vuole parlare di Alec. Ma è interessante vedere persone da tutto il mondo che iniziano a interessarsi al personaggio e poi si interessano all’attore e vogliono vederlo fare altre cose. Penso sia come mi sento anch’io. Se vedo un attore che mi piace molto, voglio vedergli fare altre cose. Non farò nomi perché poi sarebbe strano se dovessi finire per incontrarli o per lavorare con loro. Quando dico che voglio veder fare a queste persone più cose non è esclusivamente a causa del loro personaggio, ma per come hanno portato in scena il personaggio.

Per la loro arte.

Per la loro arte, esatto.

Cosa puoi dirci sul tuo futuro documentario Nomad Cowboys? 

Non ne parlerò perché è qualcosa in realizzazione al momento. Ma ci sono delle altre cose in arrivo. Io e il mio amico e collega Brook Harris stiamo lavorando a qualcosa di molto divertente, una fantastica comedy chiamata Marco Polo. Si tratta di un mocukumentary su un gruppo di padri single che mettono insieme un gruppo di supporto dove ballano tra di loro. Si chiama Marco Polo ed è stata creata da un uomo molto divertente. La vedrete, prima o poi. È molto bella e non vedo l’ora che esca.

Un’ultima domanda. Hai mai fatto un’audizione per il ruolo di un personaggio ora diventato famoso al cinema o in TV? C’è qualche famoso film o show all’interno del quale per poco non apparivi? 

Sì ne ho fatte. Sto cercando di pensare all’esempio migliore. Insomma, il mondo intero ovviamente ha fatto l’audizione per Indiana Jones.

L’attore poi prosegue riflettendo sulle conseguenze che la fama di un personaggio può avere sull’interprete che lo porta in scena. E si chiede: “Preferiresti essere un personaggio famoso o un attore famoso?”. Ecco la sua opinione a riguardo.

“Penso che dipende. Se fai parte di una serie TV vuoi essere un personaggio famoso perché puoi lavorare con quel personaggio a lungo termine e poi continuare su un’altra strada. Ci sono attori, però, a cui ti riferisci con il nome dei loro personaggi e non il loro vero nome.

Certo, com’è successo ad alcuni dei protagonisti di Harry Potter.

Esatto. Però Daniel Radcliffe ha fatto un gran lavoro nell’andare oltre al suo personaggio, il che è veramente notevole. È una prova di chi è come attore e persona. Di quanto bravo sia come interprete, è veramente un artista incredibile. È veramente notevole com’è riuscito a staccarsi da Harry Potter. Deve aver richiesto molta organizzazione, lavoro e tempo. Davvero notevole. In futuro sarei interessato a indagare sul come ha fatto ad allontanarsi da un fenomeno come quello. Perché non penso ci siano tanti altri attori che sono stati delle star e dei personaggi così grandi e che sono poi riusciti ad allontanarsi completamente dal loro ruolo. Harrison Ford forse ce l’ha fatta.

Sì, è riuscito ad essere sia in Indiana Jones che in Star Wars. 

Sì, è stato sia Indiana Jones che Han Solo. È assurdo. E poi ha fatto Il Fuggitivo. Tutti questi film. Dipende dalla persona e dalle circostanze.

Se quest’anno non siete riusciti a partecipare all’Italian Institute o, se volete rivedere i vostri attori preferiti, non temete. Per l’estate del 2020 è già prevista una quarta edizione della Convention su Shadowhunters, qui troverete tutti i dettagli.

Jenna Ortega rivela film horror causato incubi

Gossip e celebrità

Jenna Ortega rivela quale film horror le ha causato incubi

Leila | Dicembre 5, 2022

Jenna Ortega

Jenna Ortega, l’attrice protagonista di Mercoledì, ha rivelato il titolo del film horror che le ha causato incubi per anni

Ecco quale film horror ha sconvolto Jenna Ortega

Jenna Ortega è da settimane al centro dell’attenzione per via di Mercoledì, la serie Netflix di Tim Burton sulla primogenita della famiglia Addams, con un tocco horror.

Si tratta del più recente progetto di questo genere per la giovane star. Precedentemente ha recitato nella seconda stagione di You, in Oltre i confini del male – Insidious 2, La babysitter – Killer Queen, Scream, Studio 666 e X: A Sexy Horror Story.

Data la sua esperienza con il genere horror, viene automatico supporre che Jenna Ortega abbia una certa propensione per tutto ciò che è spaventoso e inquietante. Lei stessa ha fatto delle rivelazioni in tal senso.

Leggi anche: Roe e il Segreto di Overville, il primo romanzo di Daninseries, e i sequel Roe e l’Inganno della Memoria e Roe e l’Ultima Battaglia

Tuttavia, durante un’intervista per ELLE, l’attrice ha raccontato la sua reazione terrorizzata alla visione del suo primo film horror: La Bambola Assassina. Da piccola, la paura causata dalla storia le causò addirittura incubi ricorrenti per anni, fino all’adolescenza.

Credo che il primo film horror che ho visto, o almeno di cui ho visto un pezzo prima di correre via terrorizzata, sia La Bambola Assassina. I miei fratelli più grandi e mio zio lo stavano guardando e chiesi loro se potevo vederlo anche io perché amavo i film. Loro mi dissero “No, ti spaventeresti troppo”. Mi mandarono nella mia stanza e mi ricordo di aver sbirciato dall’angolo del corridoio per vedere il film e vidi letteralmente solo la sua mano. Urlai dalla paura perché sapevo che era una bambola assassina e poi ogni anno ho avuto incubi su questa mano fino quasi ai 15 anni.

Mercoledì non avrebbe mai avuto una reazione tale vedendo La Bambola Assassina.

Nonostante Jenna Ortega abbia dichiarato in precedenza di avere alcune cose in comune, questo è decisamente un aspetto per cui differisce da lei.

Per non perderti nessuna novità, ricorda di seguirci anche su Instagram, cliccando QUI.

Brie Larson tweet falso Jenna Ortega invito

Gossip e celebrità

Brie Larson crede a un tweet falso su Jenna Ortega e le fa un invito

Leila | Dicembre 5, 2022

Jenna Ortega

Brie Larson ha creduto ad un tweet su Jenna Ortega e per questo motivo l’ha invitata come ospite sul suo canale YouTube

L’invito di Brie Larson a Jenna Ortega

Brie Larson, nota per aver interpretato Capitan Marvel nell’omonimo film del MCU, si è imbattuta negli ultimi giorni in un tweet su Jenna Ortega, ultimamente sulla bocca di tutti per via della sua performance in Mercoledì di Netflix.

Il tweet in questione sosteneva che l’interprete della primogenita degli Addams aveva rivelato in una recente intervista che Carol Danvers, aka Capitan Marvel, era la sua supereroina preferita. L’utente aveva riportato addirittura un virgolettato della giovane attrice, secondo cui:

Sono in fissa con lei dal momento in cui ho scoperto chi era. Ho letto i fumetti e l’ho trovata incredibile.

Imbattutasi in questo tweet, Brie Larson ha pensato bene di riportare quanto letto sul proprio profilo, invitando Jenna Ortega sul suo canale YouTube:

Vieni sul mio canale YouTube ed insegnami quell’iconico ballo di Mercoledì.

Leggi anche: Roe e il Segreto di Overville, il primo romanzo di Daninseries, e i sequel Roe e l’Inganno della Memoria e Roe e l’Ultima Battaglia

La star del MCU faceva riferimento alla sequenza coreografata dalla stessa Jenna Ortega nel quarto episodio della serie TV di Netflix.

In realtà, però, è emerso che il tweet iniziale sulla giovane attrice non era vero. L’attrice di Mercoledì non aveva mai dichiarato di essere pazza di Capitan Marvel.

Una volta emersa questa verità, la stessa Brie Larson ha eliminato il suo retweet, che però, ovviamente, è stato immortalato.

Brie Larson tornerà prossimamente di nuovo nei panni di Capitan Marvel nel film The Marvels, mentre ritroveremo Jenna Ortega in Scream 6 e con tutta probabilità anche in Mercoledì 2.

Per non perderti nessuna novità, ricorda di seguirci anche su Instagram, cliccando QUI.

jenna ortega 10 milioni instagram

Gossip e celebrità

Jenna Ortega ha ottenuto 10 milioni di follower grazie a Mercoledì

Martina Pedretti | Dicembre 5, 2022

Jenna Ortega Mercoledì

Jenna Ortega ha raggiungo i 20 milioni di follower su Instagram, 10 dei queli ottenuti dopo l’uscita della serie Mercoledì

Jenna Ortega raggiunge 20 milioni di follower su Instagram dopo l’uscita di Mercoledì

Tutto il mondo non fa altro che parlare di Mercoledì e dell’interpretazione superba di Jenna Ortega. L’attrice infatti grazie alla serie è diventata particolarmente popolare, ottenendo 10 milioni di follower in più su Instagram e raggiungendo quindi un totale di 20 milioni.

Jenna Ortega era già nota a molti per il suo ruolo in progetti come You, Harley in mezzo, Scream e Jane the Virgin. Tuttavia grazie a Mercoledì ha ottenuto una visibilità molto più estesa, e il suo account Instagram ne è la prova.

CLICCA QUI e guarda la nostra intervista a Jenna Ortega

Nei primi dieci giorni dall’uscita della serie su Netflix Jenna Ortega ha ottenuto 10 milioni di nuovi follower sul suo account Instagram. Infatti attualmente ha superato anche i 20 milioni, arrivando a 21. Sicuramente inoltre questo numero è destinato a salire sempre di più nelle prossime settimane.

Leggi anche: Roe e il Segreto di Overville, il primo romanzo di Daninseries, e i sequel Roe e l’Inganno della Memoria e Roe e l’Ultima Battaglia

Dopotutto anche la serie Mercoledì ha ottenuto un grande successo, arrivando a spodestare Stranger Things 4 da un podio molto importante.

Rimaniamo in attesa di scoprire se la serie avrà anche una seconda stagione, che al momento sembra però molto probabile.

Per non perderti nessuna novità, ricorda di seguirci anche su Instagram, cliccando QUI.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.