How to get away with Murder 6×13: Il ritorno di Sam Keating – Recensione

1Ci restano solo due episodi di How to get away with Murder, ecco la recensione alla terzultima puntata!

How to get away with murder 6×13 recensione

Lo dico, scrivere questa recensione è difficile e sono piuttosto sicuro che non sarà semplice approcciarmi anche alle prossime due. E’ difficile perché le cose da dire sono tantissime e il tempo è poco, perché gli episodi rimasti sono solo due e i temi da trattare sono molti, perché voglio così bene alla serie e ai personaggi che parlarne in modo pseudo oggettivo al momento mi risulta impossibile.

Dall’altra parte penso: è così che si sarà sentito Pete Nowalk quando si è trovato una pagina bianca da scrivere sapendo di doverla distribuire in solo sei episodi finali? Metto le mani avanti: How to get away with Murder è una serie tv estremamente complessa, con trame e sottotrame infinite che a mio parere sono state costruite minuziosamente tramite flashback e indizi disseminati attraverso le stagioni, trovo sbagliato dare un giudizio negativo complessivo basandosi solo su un plot twist che non ci piace. Certo, se il plot twist in questione chiude la terzultima puntata invece che una puntata a caso a metà serie, brucia un po’ di più.

 

IL 2005 DI VIVIAN MADDOX

How to get away with murder 6x13 recensione
How to get away with murder 6×13 recensione

La 5×09 è stata la puntata più criticata nonché la mia preferita della quinta stagione. Si tratta dell’episodio quasi totalmente flashback in cui Sam incontra il piccolo Gabriel e in cui si scopre della tentata adozione di Cristophe e della mail che Sam ha scritto a Vivian. La 6×13 inizia dove la 5×09 è finita e sono molto grato a Pete Nowalk di questo, dato che ritengo che i flashback siano una delle caratteristiche distintive della serie, nonostante lei stessa negli anni a volte se ne sia dimenticata.

E’ tramite i racconti di Vivian Maddox ad Annalise nel presente che sappiamo cosa successe nel 2005 dopo la mail di Sam: l’incontro tra ex marito traditore ed ex moglie tradita c’è effettivamente stato e si è concluso con un valzer sotto le coperte giustificato da un “Sam è sempre stato bravo a manipolarci“. Nonostante questo Gabriel non è mai più entrato in contatto con il padre (nella serie tv perlomeno, dato che nella vita reale l’attore dodicenne che lo interpreta è il piccolo Dante Verica, figlio di Tom Verica, attore di Sam) perché Vivian è stata minacciata da Frank, deciso a preservare la serenità familiare di Annalise. Lui. Che parla di serenità familiare. Cough cough. Andiamo avanti.

 

Indietro