harry styles vogue

Harry Styles fa la storia sulla copertina di Vogue: le foto e l’intervista

Il famosissimo cantante inglese Harry Styles è il primo uomo ad apparire da solo sulla copertina di Vogue. Scopriamone di più

Meraviglioso Harry Styles nelle foto in cui ha posato contro la mascolinità tossica, per la celebre rivista Vogue! Il cantante divenuto famoso grazie alla boy band One Direction sta facendo impazzire il Web con i suoi scatti e la sua ultima intervista per Vogue dove ha rilasciato dichiarazioni veramente interessanti.

Il cantautore, che vedremo anche nei panni di attore, nel prossimo film Don’t Worry Darling, ha posato anche insieme alla sorella, Gemma Styles che si è rivelata orgogliosa del traguardo raggiunto dal fratello.

Il primo uomo ad apparire da solo sulla copertina di @voguemagazine. Sono molto fiera di te. Grazie per avermi resa partecipe.

Ma non è finita qui, perché sono diverse le fotografie per Vogue che ritraggono il nostro splendido Harry Styles. Gustatevi anche gli scatti qui di seguito!

Leggi anche: Roe e il Segreto di Overville, il primo romanzo di Daninseries

Anche la regista del film Don’t Worry Darling, Olivia Wilde, si è espressa con entusiasmo a Vogue riguardo questo nuovo brand della mascolinità tossica, e si è complimentata con Harry Styles.

Secondo me lui è molto moderno. E spero che questo marchio di fiducia che Harry ha possa eliminare ogni traccia di mascolinità tossica, e sia significativo per la sua generazione e per il futuro del mondo. Penso che in molti modi si stia già impegnando tanto e sia in prima linea. È davvero emozionante e straordinario vedere qualcuno nella sua posizione ridefinire cosa significa essere un uomo con fiducia in se stesso.

Oltre ad aver fatto la storia, Harry Styles ha parlato a lungo di se stesso durante l’intervista per Vogue. Ha raccontato di alcuni aspetti della sua vita, del tempo passato con la band One Direction, ha cantato la canzone Cherry e ha discusso del suo approccio con il mondo della moda.

Le dichiarazioni del cantante

Dopo aver ammirato il nostro Harry Styles nel video pubblicato da Vogue, in cui canta Cherry, passiamo adesso ad alcune delle sue dichiarazioni più interessanti. Come già detto, il cantante ha parlato di tante tematiche, come per esempio il mondo della moda e dei vestiti.

Non si può mai essere troppo in tiro. Non esiste una cosa del genere. Le persone che ho ammirato nella musica, come Prince, David Bowie, Elvis, Freddie Mercury ed Elton John sono tutti degli showmen. Quando ero bambino, per me era pazzesco. Ora sto indossando qualcosa di stravagante e non mi sento un pazzo. Penso che se trovi qualcosa da indossare in cui ti senti bene, è come avere una tuta da supereroe.

Harry Styles ha poi continuato l’intervista per Vogue aggiungendo qualcosa sull’importanza di giocare con i vestiti.

I vestiti esistono per poterci giocare, sperimentare e divertire. La cosa emozionante è che tutte le barriere stanno crollando. Quando ci si toglie di mente il pensiero che ci sono abiti per uomini e abiti per donne, e si rimuovono quelle barriere, si apre un’arena in cui ci si può divertire.

Tra le tante dichiarazioni di Harry Styles per Vogue, il cantante ha ricordato con piacere anche i tempi con la boy band One Direction.

Quando esci da una band del genere senti quasi di doverti scusare per esserci stato. Ma ho amato quel periodo. Era tutto nuovo per me e stavo cercando di imparare il più possibile. Volevo immergermi il più possibile. Penso sia per questo che amo così tanto viaggiare. Voglio immergermi in tutto.

Infine, Harry Styles ha poi dichiarato che non vede l’ora di poter tornare a fare concerti, ma che ovviamente sta aspettando che si possa fare tutto in totale sicurezza.

Non perdetevi le nostre ultime notizie! Ricordate di seguirci anche su Instagram, cliccando QUI.

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries
Appassionata da sempre di cinema e serie televisive. Ha studiato lingue e traduzione anche per comunicare un giorno con Dylan O'Brien e Tom Holland. Fan di Teen Wolf e Lost a livelli inimmaginabili, aspetta ancora di ricevere un premio per la conoscenza di tutte le battute a memoria.