How to get with Murder 6×10: L’inizio della fine – Recensione

3How to get away with murder 6×10 recensione: MOMENTI RANDOM DEGNI DI NOTA

Frank e Bonnie hanno deciso di essere shady tutta la sera ma soprattutto di omaggiare la regina Dua Lipa dicendo cose tipo “hallucinate” e “don’t show up“: tutto bellissimo.

Wes che non c’è. Non so se è un momento random degno di nota. Forse lo è perché dovremmo goderci la sua assenza finché possiamo. O forse non lo è perché vogliamo davvero sapere se quella cosa del funerale è un’allucinazione collettiva o è vera.

Laurel che non c’è. Questo è decisamente un momento random degno di nota.

– La mamma di Connor che sclera contro Oliver. Era abbastanza gratuita ma considerato quanto contro Annalise sta remando Oliver un po’ se lo merita.

– Il parallelismo tra l’ispezione corporale a Connor e Michaela e Annalise che si strucca. Mi ha ricordato la puntata in cui esaminavano il cadavere di Wes (HAHAHA) e intanto inquadravano parti di Annalise.

 

Domande random in più

  • E’ stata l’FBI o chi altro a cancellare i filmati di casa dei ragazzi, prova che non hanno ucciso Asher?
  • Quanto fa riflettere la scena in cui vengono negate le cure mediche a Connor in centrale?
  • Michaela che chiama il padre che odia quando ne ha davvero necessità. È metafora di quanto siamo deboli o di quanto siamo disposti a tutto per attaccarci alla libertà?
  • La sorella di Asher e la sorella di Sam Keating hanno un debole per le arti oscure o solo per l’urlare in luogo pubblico accusando di omicidio qualcuno? Vedetevi l’inizio della 1×11 se non capite di cosa parlo.
  • Che Laurel fosse una str si sa ma che avesse minacciato Teagan per farsi aiutare è vero? Secondo me sì.

 

Grazie per avermi seguito in questo recap della prima puntata dopo la lunghissima pausa. Ce ne mancano solo cinque e io comincio già ad avere il magone!
Vi aspetto su @Le regole del delitto perfetto, sul mio twitter @La_Sciarada e su instagram @outofcontextHTGAWM!
Al prossimo episodio!
-D

Avanti