How to get away with Murder 5×15 – FINALE DI STAGIONE

2CASO GABRIEL

How to get away with murder 5×15 recensione

“Perché Annalise non è in prigione?”
“Perché è un genio”
In pratica rispondendo così a Gabriel la detective bionda, di cui non ho imparato il nome perché proprio come Prezzemolina non è degna di essere ricordata a dovere, ha ammesso la superiorità di Annalise nei confronti suoi e del genere umano. Gabriel nello stupore generale non vuole vendere Annalise all’FBI ma cerca di farlo davanti alle minacce della detective di spedire sua madre in prigione per aver mandato in overdose il suo ex marito (che poi, non ho capito, è stata davvero lei o è stato Gabriel?).
Il tutto si risolve grazie ai Keating 5, che usano la morte di Mamma Castillo per licenziare la detective, colpevole per non averle dato la protezione adeguata ad una persona in lista protezione testimoni.

 

KEATING 5 – COLIVER

How to get away with murder 5x15 recensione
How to get away with murder 5×15 recensione

Ok. Lo ammetto. Non vedevo l’ora di mettere questo screen.
Oliver e Connor sono ormai l’unica piccola puntina dello show che ci fa ancora credere nel bene del mondo, e AMO che per farlo debbano prendere in braccio il figlio di Wes e Laurel (che non so se ve l’ho mai detto ma è interpretato da due gemelline) e atteggiarsi a genitori. Il fatto che Laurel si sia rivolta subito ai Coliver per occuparsi di Christopher nel caso in cui ci sia bisogno mi ha fatto impazzire anche perché ciò denota che il rapporto tra i ragazzi si è realmente evoluto: fino a una stagione fa la Castillo non poteva vedere Walsh per ciò che è successo la notte in cui è morto Wes.
Piccola nota a margine: se dovesse esserci, la sesta stagione indagherà di sicuro sul passato di Michaela, ma io mi auguro che Pete Nowalk abbia intenzione di rivelarci prima o poi il perché Annalise ha scelto anche Connor in quella pazzesca 1×01.