Grey’s Anatomy 16×13 streaming: Webber, Owen e Maggie al GSMH

2Grey’s Anatomy 16×13 streaming e anticipazioni: “Siamo una famiglia.”

Al Grey Sloan arriva finalmente la dottoressa Riley direttamente da San Francisco. Quando quest’ultima scopre che Suzanne non è una paziente della Grey, è quasi pronta a girare i tacchi. DeLuca, però, riesce a convincerla. Inizia, così, a pianificare tutta una serie di test per la donna, molti dei quali già eseguiti, per avere un quadro ancora più chiaro della situazione. In seguito ad un breve intervento, la Riley decide poi di sospendere qualsiasi trattamento, in modo da far emergere la malattia e poterla finalmente diagnosticare. Ovviamente, nel momento in cui non saranno più somministrate le cure, Suzanne peggiorerà ancora di più. La sorella è molto spaventata da questa opzione ma la dottoressa riesce a convincerla.

Nel mentre, Koracick comincia ad intervistare i medici del Pac North, partendo con Webber. Questo colloquio, però, è solo una formalità in quanto Catherine ha detto a Tom di riassumere l’ex senza problemi. Richard, però, non ci sta ad essere manovrato come una pedina. Anche Maggie può tornare al GSMH, ma non come capo di cardiochirurgia, reparto ora sotto la direzione di Teddy. Ad essere in forse è invece Owen. A fine giornata, Jackson si imbatte in Webber. Dopo aver capito che l’uomo avrebbe lasciato l’ospedale, Avery ne parla con Meredith e la Bailey. Alla fine questi tre, assieme a Richard ed Owen, irrompono nella sala conferenze per raggiungere un nuovo accordo con Koracick, che comprenda l’assunzione di Richard e Owen, la co-gestione di cardiochirurgia per Teddy e Maggie e di pediatria per Alex e Cormac. Tom non può far altro che accettare.

In tutto ciò, Cormac, i cui figli sono in visita all’ospedale, continua a gironzolare attorno a Meredith. La Bailey e Jo si occupano di un adolescente in affido, il quale cerca di prendersi cura anche di due bambini più piccoli che considera suoi fratelli. Levi è alle prese con Irene, una donna malata di cancro a cui non resta più molto da vivere e cerca di trascorrere gli ultimi momento al meglio col marito. I due sono ballerini, così Schmitt riesce a far sistemare la caffetteria in una sorta di sala da ballo improvvisata. Meredith realizza che una volta sarebbe stata lei a predisporre tutto per i propri pazienti ed infine, Jo rientra nella sua casa vuota.

Avanti