Ruby Rose lascia Batwoman

Ruby Rose lascia Batwoman: un’altra attrice sarà Kate Kane

Batwoman perde la sua attrice protagonista: Ruby Rose ha deciso di lasciare la serie. Nella seconda stagione Kate Kane avrà un nuovo volto.

Nella notte dagli Stati Uniti è arrivata la sconvolgente notizia che Ruby Rose lascia Batwoman. L’attrice protagonista, inizialmente molto criticata e ritenuta non abbastanza gay per interpretare una supereroina lesbica, ha preso la decisione di smettere parrucca rossa, maschera e mantello dopo solo una stagione. Al momento non conosciamo le motivazioni alla base di tale scelta. Stando a Deadline l’addio non dovrebbe essere legato al problema avuto durante le riprese della prima stagione, che l’ha quasi lasciata paralizzata, rendendo necessario un intervento.

Ho preso questa difficile decisione di non tornare in Batwoman la prossima stagione. Non è stata una scelta fatta con leggerezza, dato che ho massimo rispetto per il cast, la crew e tutte le persone coinvolte nello show sia a Vancouver che a Los Angeles.

Ha dichiarato Ruby Rose, quando ha annunciato la propria dipartita da Batwoman. Ha poi continuato ringraziando caldamente i produttori esecutivi per l’opportunità offertale di entrare a far parte dell’universo DC, così come i piani alti di Warner Bros e The CW. Berlanti Productions e WB hanno ricambiato, augurandole il meglio per il suo futuro. Inoltre hanno comunicato che sarebbero andati alla ricerca di un’altra attrice omosessuale per il ruolo della protagonista:

Lo studio e il network sono fermamente impegnati nella seconda stagione di Batwoman e nel futuro della serie. Noi, assieme al team creativo dello show, non vediamo l’ora di condividere nei prossimi mesi la sua nuova direzione, compresa la scelta di una nuova protagonista donna e membro della comunità LGBT.

A gennaio The CW ha annunciato il rinnovo della serie. Per ora, non possiamo fare altro che attendere ulteriori notizie da parte di WB. Nella speranza di avere prossimamente un quadro più chiaro della situazione, auguriamo il meglio a Ruby Rose.