Riverdale 3×21 – danicommento

3Riverdale 3×21 – Danicommento

Riverdale 3x21 danicommento

Ma stiamo scherzando?

per la rivelazione del Gargoyle King? no.
perché abbiamo scoperto il piano di Edgar? nah.

io sono sotto choc perché mi hanno plagiato la storyline di UMBERTA!!!

scherzi a parte, finalmente dopo non so quanti mesi in cui l’unica cosa che volevo fare era prendere a sassate i produttori, questi infami ci hanno regalato un episodio non solo decente ma anche bello.

dai sì ragazzi.

Diamo a Cesare quel che è di Cesare, a Riverdale quel che è di Riverdale e a Polly Cooper un bello spintone giù dalle scale, che male non fa (almeno non a noi).

Ci sono voluti non so quanti minuti di girato ma finalmente tutte le questioni stanno per essere risolte, il mio entusiasmo dopo il danicommento live della scorsa settimana (se ve lo siete persi lo trovate sull’instagram di disagio.riverdale) è tornato alle stelle e non posso non augurarvi, di nuovo, dopo tanto tempo, un bentornati e buon danicommento a tutti

Inizierei da un piccolo recap degli episodi precedenti, veloce veloce:

  • Archie gestisce una palestra, perde 3 litri di sangue ad episodio da quante ne piglia, ha ucciso un ragazzo sotto steroidi con un pugno, sta riniziando a provare qualcosa per Veronica (16 anni), che è diventata la sua manager e fa scommesse clandestine con la malavita (ripeto, 16 anni). Segni particolari: è sempre nudo e sudato.

  • Veronica è una business woman: locali clandestini, alcool ai minori, gioco d’azzardo, adesso pure manager su commissione di incontri di pugilato. Dal nulla scopre che tutto ciò che ha è in realtà proprietà di suo padre, e coglie la palla al balzo per tendergli una trappola, per la serie: non riesco a farti arrestare per i tuoi crimini (che comprendono omicidio, corruzione, associazione di stampo mafioso, ancora omicidio, omicidio, spaccio di droga su larga scala, omicidio), allora ti faccio finire in gattabuia per il mio contrabbando di zigulì.

  • Jughead ha accolto e cacciato sua madre nel giro di 70 minuti, indaga sull’identità del Gargoyle King, mette incinte le telespettatrici con sguardi random da bel tenebroso, non possiamo odiarlo perché fondamentalmente, a differenza dei due rintronati sopracitati, non rompe le scatole a nessuno.

  • Betty è per me il personaggio migliore di Riverdale e con la storyline più intrigante.

Non perché mi fa simpatia (anzi, mannaggia a te Lili che ci hai dato buca alla convention per andare a girare l’ennesimo film qualitativamente discutibile – avete visto The Last Summer su Netflix quant’è brutto?), né perché trovo la sua coda di cavallo iconica e irresistibile. Betty è la parte migliore di Riverdale perché ne è la sua parte coerente. La sua vita è andata a put***e come la serie e lei sembra l’unica ad essersene accorta, a lamentarsi, ad agire in qualche modo. Tanti personaggi hanno avuto un’involuzione: Veronica sembra un elettrocardiogramma da quanto è scostante, Archie poi non fatemi dire qual è l’unica cosa evoluta che ha. Pure Jughead sebbene non sia peggiorato è rimasto tale e quale a se stesso. E davanti a personaggi lobotomizzati come Kevin, Fangs, addirittura Toni e Cheryl, da Betty non ci siamo mai sentiti traditi. Abbiamo guardato Riverdale con i suoi occhi, le sue perplessità e non ha mai tradito la minima aspettativa.

Ed è proprio da Betty che voglio iniziare. Alla fattoria, con Mama Cooper che si è sposata Edgar – e ti capiamo, è pur sempre Chad Michael Murray – che le fa una rivelazione:

Io vorrei non tanto soffermarmi su questa notizia quanto sulla t-shirt di Betty con scritto The Farm, a quanto pare i reni che Edgar preleva ai suoi adepti servono per il merchandaise

E non è neppure la cosa più strana in Riverdale, ma non divaghiamo.

Betty finalmente assiste e partecipa a una delle tanto famose sedute di Edgar, un’esperienza mistica, sensoriale e rivelatoria… più o meno.

Nota bene: importanti e sobrie domande come “lo deve uscire prima Edgar?” troveranno risposta nei danisondaggi di Riverdale su instagram. Quando vi era mancato tutto questo?

Betty entra in uno stato di tranche e, ipnotizzata, inizia ad avere le visioni: vede Umberta, cosa che agli americani sembrerà un colpo di scena ma noi in Italia abbiamo i danicommenti, sono tre anni che la vediamo, ma cosa plagiate cialtroni!??!

Eppure questa Umberta ha qualcosa di strano, e non solo l’assenza dell’ombretto celeste, tipico suo segno distintivo di sempre.

Betty, come noi, sospettosissima

Questa sedicente Umberta sembra mandare in confusione la nostra Betty

Ma sarà davvero UMBERTA?

Indietro