Perché Don Matteo è l’unica certezza della nostra vita

1Don Matteo è una delle serie cult italiane più importanti al momento. E il protagonista, Terence Hill che ha reso il suo personaggio davvero iconico

Don Matteo
Terence Hill in Don Matteo

Il 2020 è un anno davvero assurdo. In primo luogo sono passati tre mesi, ma in realtà sembrano passati 5 anni da gennaio. In secondo luogo, stiamo vivendo un tempo in cui parecchie delle nostre certezze stanno crollando. In un periodo di sfiducia massimo, dunque, ora più che mai, resta un’unica certezza: Don Matteo.

Il giovedì sera su Rai Uno era rassicurante vederlo montare il suo fidato destriero e controllare che le strade di Spoleto fossero tranquille. Volente o nolente, è una serie che ci accompagna da diversi anni e che si è stabilita con forza nel nostro cuore.

I motivi per cui amiamo la serie sono molteplici: il maresciallo Cecchini ci fa ridere, le ship ci fanno volare, la colonna sonora ci fa ballare. È una serie che ci ricorda la nostra infanzia, la nostra adolescenza, in ogni periodo della nostra vita Don Matteo è stata una costante e la colonna portante di tutto questo è l’unico, inimitabile, Terence Hill.

In occasione del ottantunesimo compleanno di colui che è un attore, un regista, uno sceneggiatore e trova anche il tempo di essere un ciclista, abbiamo deciso di raccogliere i perché Don Matteo è l’unica certezza della vita in questi tempi pazzi.

È onnisciente e onnipresente

don matteo 11 anticipazioni quinta puntata
Terence Hill in Don Matteo

È rassicurante sapere che non importa quanti omicidi e crimini ci siano a Gubbio o Spoleto, non saranno mai abbastanza da impedire a Don Matteo di essere presente sulla scena del crimine nel suo abito nero e a cavallo della sua fidata bicicletta.

Soprattutto, non si limita a scoprire il criminale di turno, ma non lo denuncia. Con i suoi poteri da prete e le sue mirabolanti parabole, convince alla autodenuncia o riesce a intrattenere tanto da permettere ai carabinieri di catturarlo.

È così magnanimo da facilitare il lavoro alle forze dell’ordine e allo stesso tempo restituire al mondo un’anima, un tempo corrotta, sulla via della redenzione.

In sintesi Don Matteo è Batman.

Indietro
Emilia crede di essere una superdonna come Jessica Jones quando in realtà è fuori di testa quanto Jessica Day. Quasi più #maiunagioiasemper di Jon Snow, le piacciono gli attori con le belle braccia. Cammina sotto il suo ombrello giallo aspirando a diventare Rory Gilmore e, se capita, anche la moglie di Zac Efron.