Chiamatemi Anna

Perché Chiamatemi Anna è quello di cui abbiamo bisogno (e va rinnovato)

La terza e ultima stagione di Chiamatemi Anna (Anne with an E) è stata rilasciata da Netflix a inizio 2020. La notizia della cancellazione ha sconvolto i fan che hanno subito deciso di mobilitarsi per convincere la piattaforma a salvare la serie TV.

Chiamatemi Anna: dalla cancellazione al perché Netflix dovrebbe rinnovarla per la stagione 4

Già alla fine del 2019, su Twitter, nasceva l’hashtag “Renew Anne with an E“. Lo show tanto amato dal pubblico, infatti, ha fatto nascere una petizione sul sito Change.org. Una raccolta firme volta ad ottenere il ritorno di Anna Shirley Cuthbert. Al momento, su un totale fissato a 500.000, è arrivata a oltre 300.000.

A lanciare la richiesta del rinnovo di Chiamatemi Anna è stato l’utente dal nome Blytheshirley101 Fan account:

Ragazzi, abbiamo amato tutti la stagione 3. C’è molto altro a cui dobbiamo dare risposta e che vogliamo vedere. Tutta la storyline su Ka’kwet, la vita della Regina Anna e, ovviamente, di come si evolveranno gli “shibert”. Speriamo che questa petizione catturi l’attenzione di Netflix e che decida di rinnovare lo show per una stagione 4. Anna vorrebbe che combattessimo.

Chimatemi Anna ha visto il sostegno non solo di persone comuni, ma anche di celebrità come Ryan Reynolds. L’attore di Hollywood, infatti, ha lanciato un appello ai suoi fan con un tweet sul proprio profilo:

Ragazzi dovreste volere rinnovare Anne with an E. A meno che “ultima stagione” non sia solo un modo simpatico di dire “a metà strada”.

Ma il movimento per salvare lo show è continuato anche a inizio 2020 con un’enorme campagna pubblicitaria da Toronto a New York. Addirittura i fan si sono organizzati per riguardare la serie nella giornata del 1 maggio 2020, così da far entrare il titolo nella TOP TEN di Netflix e mandare un ulteriore messaggio al servizio. Cosa rende, però, Chiamatemi Anna degna di così tanto affetto da parte del pubblico? Proviamo a capirlo insieme.

I motivi per cui Chiamatemi Anna si meriterebbe di essere rinnovata per la stagione 4 da Netflix

Chiamatemi Anna ha riscosso grande successo ed è stata apprezzata da un pubblico molto vasto. Nella prima stagione Anna arriva a sorpresa nelle vite di Marilla e Matthew Cuthbert, sconvolgendole per sempre. I due, all’inizio un po’ restii, cominceranno ad amarla come se fosse loro figlia. Sì, perché uno dei temi centrali è quello della famiglia. L’affetto che iniziano a provare nei confronti di Anna ci fa capire che il legame di sangue non è parte fondamentale alla creazione di un nucleo famigliare. La piccola si fa voler bene, infatti, per il modo in cui vede il mondo e usa la sua immaginazione per descrivere posti fantastici in cui vola con la fantasia.

In una realtà così immersa nella tecnologia, dove tutti siamo con la faccia incollata agli schermi dei nostri smartphone e in cui dobbiamo stare lontani fisicamente, questa serie TV è una boccata d’aria fresca. Una storia che si svolge nel passato, ma cerca di infondere speranza nel futuro. Non solo in quello dei personaggi, ma anche all’interno del mondo in cui viviamo noi. Nel corso delle tre stagioni prodotte si trattano temi importanti, come per esempio, l’omosessualità, il razzismo e l’emancipazione femminile, in maniera molto semplice e accessibile al grande pubblico.

Temi, questi appena citati, che sono estremamente attuali ancora oggi. La giovane protagonista, infatti, in un modo tutto suo, tenta di cambiare i punti di vista di chi le sta intorno, compresi i nostri. Lei lotta per i diritti dei più deboli, degli svantaggiati. Le stanno a cuore diverse cause e vuole che chiunque trovi il proprio posto nel mondo. Dall’amico Cole, che si scoprirà attratto dagli altri ragazzi, a Bush, l’amico di Gilbert, che troverà difficoltà a integrarsi a causa della sua etnia afroamericana. Il primo sarà aiutato dall’anziana zia di Diana, amica della protagonista. La signora ha una visione della vita molto aperta e carica di accettazione. Il secondo, invece, troverà un valido sostenitore anche in Gilbert, il quale lo aiuterà senza discriminazione alcuna.

In conclusione, perché Chiamatemi Anna è una serie TV che Netflix dovrebbe rinnovare per la stagione 4? La risposta è molto semplice. In un mondo, come il nostro, in cui le speranze sembrano star andando perse e in cui l’affetto sincero è qualcosa di sempre più raro, Anna Cuthbert ci può insegnare in che modo rispettare chi vive con noi su questo pianeta, senza paure. Ma non solo. Perché la giovane ragazza dai capelli rossi ci mostra come sia importante vivere con la mente aperta, libera da ogni pregiudizio e con grande curiosità verso le novità che ci vengono presentate.