Game of Thrones 8×05: il crudeLISSIMO commento di Gin

5Game of Thrones 8×05 recensione: commentiamo insieme il quinto episodio de Il Trono di Spade.

Ho iniziato la recensione della 8×04 della scorsa settimana con un “sono basita”. 

Ora sto anche peggio.

Game of Thrones 8x05 recensione

Già immagino alla fine della 8×06.

Game of Thrones 8x05 recensione

Ho così tante cose da dire che non riesco neanche a riordinare i pensieri, quello che vorrei fare ora sarebbe chiudere il computer e ritirarmi in un silenzio di lutto bello duraturo. Chi è morto? 

La trama. Lo sviluppo dei personaggi. Il senso di otto stagioni.

In genere io cerco sempre di essere moderata nei termini, di capire le motivazioni, di ascoltare tutti e tutto, di ridimensionare. Ma se da altri tipi di serie mi posso anche aspettare errori ed orrori, da Game of Thrones non lo accetto. Non così, non all’ultimo, non dopo stagioni di qualità ineccepibile. Non accetto che vengano rovinate otto stagioni in un’ora e mezzo di episodio.

Non si può costruire un percorso per otto stagioni e disfarlo così. L’avevo già detto nella scorsa puntata ma ancora avevo delle speranze, ancora pensavo che in qualche modo la trama avrebbe avuto senso. Invece, il delirio più totale.

Gente che muore in modo assolutamente irrilevante e non consono, personaggi COLOSSALI stroncati con delle scene a dir poco RIDICOLE, protagonisti che hanno perso la loro essenza e sono ridotti a delle MACCHIETTE TRASH USCITE DA UNA FANFICTION SCRITTA MALE, MILIONI E MILIONI DI EURO buttati nel CESSO – SCUSAMI DANI MA PROPRIO LI’ SONO FINITI -, per delle scene che dovrebbero essere EPICHE ma sono NOIOSE, INUTILI E SENZA SENSO. PORCA MISERIA. CHE SCHIFO.

CHE

Game of Thrones 8x05 recensione
Game of thrones 8×05 recensione

SCHIFO

Giuro, sono così orripilata che non so neanche cosa dire. Forse dovrei iniziare subito con la recensione, forse dovrei spiegare perché sono così delusa passo per passo (ma penso che la mia sensazione sia più che condivisa). Forse dovrei fare una recensione unicamente di meme e reinventarmi la trama che mi sa che farei meglio dei produttori (ma non ci vuole molto). Forse dovrei semplicemente fare quello che avevo promesso, ossia chiamare i miei avvocati e procedere per vie legali

Game of thrones 8×05 recensione

Se penso che la settimana prossima mi aspetta un’altra ora e mezza che sarà INCENTRATA SU DANY E JON, su Jon che abbiamo già capito che dovrà uccidere Dany (o forse sarà Arya, non saprei), una puntata di un’ora e mezza senza Cersei e Jaime che erano letteralmente quelli che tenevano su la baracca (salvo Sansa e Tyrion, toh), se penso che questa è la fine di Cersei, la mia Regina, il mio Modello Illuminato e la fine di Jaime lo Sterminatope il cui sviluppo come personaggio è stato completamente ANNULLATO a favore di NON SAPREI NEMMENO COSA.

Se penso che Euron Greyjoy è davvero morto dicendo “ho ucciso Jaime Lannister!!1!!1!!” CHE SANTO CIELO COME TI PERMETTI DI INFANGARE IL PERSONAGGIO DEI LIBRI IN QUESTO MODO RENDENDOLO UN TAMARRO PSICOTICO E NARCISISTA CON NOTEVOLE ECCESSO DI TESTOSTERONE; SE PENSO CHE DAVVERO IL CLEGANEBOWL È FINITO CON QUEI DUE CHE PRECIPITANO INSIEME E CHE DAVVERO VARYS È MORTO COSÌ A CASO E –

Mi sono appena ricordata che non rivedrò mai più Jaime. E non rivedrò mai più Cersei.

Sono tristissima raga, non so che dire. 

Allora proverò, e lo faccio solo per voi, a recensire questa otto per cinque. Proseguirò con calma e ordine, cercando di dare un senso, di interpretare la follia degenerativa dei produttori (e di Daenerys), cercherò di rallegrarvi e di riflettere insieme a voi, cercherò di farvi ridere o almeno di strapparvi un misuratissimo sorriso, che di questi tempi già mi pare abbastanza.

Lo faccio solo e unicamente per voi che in queste ultime tre stagioni mi avete tenuto fedelmente compagnia e avete tenuto compagnia a Dani. Non Daenerys. DANinSERIES intendo. Quindi armiamoci di tanta, tanta pazienza, rimbocchiamoci le maniche, prepariamo la nostra dose di xanax e buttiamoci a capofitto nella recensione di questa orribile puntata. S’ha da recita’ sta commedia e allora giochiamo, giochiamo, che pazzo è chi gioca, e pazzo è pure chi non gioca.

Indietro