Dynasty 2x14

Dynasty 2×14 – J’adior le trash e les Oh Mon Dieu-s

1Finalmente è tornato il trash con Dynasty 2×14, e se pensavamo che non potesse essere più sconvolgente dell’ultima puntata, ci sbagliavamo di grosso!

Dire che Dynasty 2×14 è una bomba sarebbe scorretto. Parce que c’est une bombe, mon Dieu!
Eh, già, perché le nostre cocorite, in questa Dynasty 2×14, spiegheranno le loro ali glam per volare a Paris, la ville lumière, la ville de l’amour, e da oggi, la ville du trash. Ma andiamo con ordine, perché gli sconvolgimenti di questo episodio sono non pochi. Seguiamo insieme i due blocchi narrativi principali di questo vero ritorno col botto!

Alexis supremo genio del male

Questa donna potrebbe essere una degna madre del demonio. L’avrei scritturata tranquillamente per AHS Apocalypse, insomma. O per essere la vera madre di “A” in PLL. E invece, pare che toccherà riscritturare qualcuno per questo ruolo così iconico, e io non lo accetto. Cosa sarà Dynasty senza la nostra matrona preferita? Ma bando alle lacrime, ora concentriamoci sulle sue meravigliose gesta in Dynasty 2×14.
Come ricorderete, Alexandreska aveva sparato a quel gran bel pezzo di manzo di Mark Jennings, ex marito di Fake Crystal, e ovviamente scopriamo che quella succulenta carne è andata sprecata. Caput.

Fake Crystal, invece, che si sentiva molto Rachel Weisz ne La Favorita, è riuscita a sopravvivere alla folle trascinata a cavallo, ma grazie al cielo il dio del trash ci ha risparmiato la fantascienza e la porettella ha perso il bambino. Cioè, in realtà è un fatto profondamente triste, ma non sarebbe stato credibile altrimenti.
Distrutto dal dolore e annebbiato dal senso di colpa, Balocco pensa bene di offrire alla futura mogliettina il supporto della sua ex, che avendo affrontato la perdita di Adam, seppur in altri modi, sembra essere perfetta per consolarla.

Peccato che sia stata lei l’artefice di tutto ciò…

Indietro