Tutto in famiglia: ecco com'è diventato oggi il bambino della sit-com

Ecco com’è diventato il bambino di Tutto in famiglia

Vi ricordate il piccolo Franklin della celebre serie tv Tutto in famiglia? Guardate un po’ com’è diventato..!

Ci sono serie televisive che rimarranno nei nostri cuori per sempre e una di queste è anche Tutto in famiglia, celebre sitcom che dopo la scuola ci strappava mille sorrisi. Adesso i piccoli attori che vi recitavano sono diventati grandi e uno di loro è diventato un bel bocconcino… Quel piccolo attore di cui stiamo parlando è Noah Gray-Cabey che interpretava Franklin, stalker personale della piccola Kady Kyle.

AGGIORNAMENTO 24 OTTOBRE 2018 – Noah Gray-Cabey sarà uno di prossimi protagonisti della serie TV The Perfectionists, lo spin-off di Pretty Little Liars. Per la precisione, l’attore interpreterà Manson. Si tratta di uno studente della Beacon Heights University, è molto intelligente, ha un fisico atletico e una personalità carismatica che aspira al comando. Ciò lo rende pericolosamente attraente, specie perché dietro quella maschera affascinante nasconde i lati più oscuri del suo carattere.

Classe 1995, dopo aver interpretato Franklin in Tutto in famiglia, il giovane Noah è apparso anche in Grey’s Anatomy e Ghost Whisperer, e nel 2016 lo abbiamo rivisto anche in Heroes Reborn dove è apparso in quattro episodi.

Gli anni sono passati anche per lui e direi che sono passati egregiamente! Noah è cresciuto, è diventato un ragazzo adulto e si è tenuto molto in forma! Siete curiosi di vedere com’è diventato? Allora godetevi alcune delle sue foto che lo ritraggono oggi.

Indietro

1. Franklin di Tutto in famiglia oggi

Laughing makes everything better, even if you end up looking goofy! #tbt with @adamhendershott

Una foto pubblicata da Noah Gray-Cabey (@noah_graycabey) in data:

Indietro
Un po’ Signora in giallo, un po’ Desperate Housewife. Mi vesto da Emma Roberts ma, ahimè, non sto con Evan Peters. Il mio sogno è quello di decidere chi sarà l’uomo più sexy del mondo da piazzare sulla copertina di People. E incontrarlo, ovviamente.