Lite tra Taylor Swift e Scooter Braun

Taylor Swift e Scooter Braun: cos’è successo e la reazione delle star

1Infiamma sul web la lite tra Taylor Swift e Scooter Braun. Tantissime sono le star che hanno preso parti all’interno della vicenda. Ma cosa è successo? Scopriamolo insieme.

Nelle ultime ore, il mondo della musica americana è stato colpito da una nuova bufera mediatica.
Taylor Swift ha infatti pubblicamente attaccato l’imprenditore e manager Scooter Braun, colpevole di aver comprato i diritti di tutti gli album della cantante, pubblicati fino ad oggi.
Ma come può essere successa una cosa simile? Facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire bene la situazione.

Nella giornata di ieri, si è diffusa la notizia che Scooter Braun, fondatore della società di intrattenimento SB Projects e rappresentante di star musicali del calibro di Justin Bieber, Ariana Grande e Kanye West, aveva acquistato la casa discografica Big Machine Records.
Per chi non lo sapesse, la Big Machine Records, fondata da Scott Borchetta, è stata per circa 15 anni la casa discografica di Taylor Swift.
Soltanto lo scorso anno, la Swift aveva lasciato la sua etichetta e firmato un nuovo accordo con la Universal Music Group senza fornire ai suoi fan ulteriori spiegazioni.
Ma adesso sembra finalmente arrivato il momento della verità.

Il post di Taylor Swift contro Scooter Braun

Non appena i media hanno diffuso la notizia dell’acquisto della Big Machine da parte di Scooter Braun, Taylor Swift ha condiviso sul suo Tumblr un post che ha fatto impazzire tutti.

Per anni ho chiesto, implorato di avere la possibilità di possedere il mio lavoro. Invece, mi era stata solo la possibilità di firmare di nuovo per la Big Machine Records e ‘guadagnarmi’ un album alla volta, uno per ogni album nuovo che pubblicavo. Me ne sono andata perché sapevo che una volta firmato quel contratto, Scott Borchetta avrebbe venduto l’etichetta e, di conseguenza, me e il mio futuro.
Ho dovuto prendere la dolorosissima scelta di lasciare indietro il mio passato. La musica che avevo scritto sul pavimento della mia cameretta e i video che avevo immaginato e pagato, con i soldi che avevo guadagnato suonando nei bar, nei club, nelle arene e negli stadi.

Alcuni fatti divertenti sulla notizia di oggi: ho saputo dell’acquisto di tutti i miei diritti da parte Scooter Braun così come lo ha scoperto il mondo. E l’unica cosa a cui riesco a pensare è l’incessante e manipolativo bullismo che ho subito per anni da questa persona.

Mi viene da pensare a quando Kim Kardashian ha orchestrato di diffondere una parte di una telefonata, registrata illegalmente, e Scooter ha permesso ai due suoi clienti di bullizzarmi insieme su Internet.O quando il suo cliente, Kanye West, ha organizzato un video musicale di revenge porn, in cui un manichino dalle mie fattezze appariva nudo.
Adesso, Scooter mi ha spogliata dei lavori di una vita, di cui non mi è stata data la possibilità di comprarli. Essenzialmente, la mia eredità musicale giace nelle mani di qualcuno che per anni ha provato a distruggerla.

Questa è la cosa più brutta che potessi immaginare. Questo è quello che succede quando, a quindici anni, firmi un accordo con qualcuno, per cui il termine lealtà è solo un concetto. E quando quell’uomo afferma che ‘la musica ha un valore’, significa che questo valore è custodito da uomini che non hanno alcun merito nella sua creazione.

Quando ho lasciato i miei diritti in mano a Scott Borchetta, sapevo che prima o poi li avrebbe venduti. Ma nemmeno nei miei peggiori incubi avrei immaginato che li avrebbe venduti a Scooter Braun. Ogni volta che Scott Borchetta ha sentito le mie labbra nominare Scooter Braun, stavo o piangendo o cercavo di trattenere le lacrime. Sapeva cosa mi aveva fatto; lo sapevano entrambi.
Ora controlleranno una donna che non voleva essere associata a loro, per sempre.

Fortunatamente, adesso ho firmato un accordo con una casa discografica che ritiene che debba possedere tutto quello che creo. Fortunatamente, ho lasciato nelle mani di Scott il mio passato, ma non il mio futuro. E spero che i giovani artisti leggano questo post e imparino a far valere i loro diritti durante le negoziazioni. Meritate di possedere l’arte che create.

Sarò sempre fiera dei miei precedenti lavori.
Triste e disgustata,
Tayor Swift
“.

Le dure parole della cantante di You Need to Calm Down hanno dato il via ad una serie di forti conseguenze.

A poche ore dal post di Taylor Swift, il mondo della musica si è spaccato, dividendosi tra chi è dalla parte della Swift e chi è dalla parte di Scooter Braun.

Indietro
Un Seth Cohen con i piedi a Caserta e la testa oltreoceano. Sarcastico, disagiato e socialmente imbarazzante. Credo nei primi amori e ho una relazione immaginaria con Emma Roberts e Holland Roden, a giorni alterni. Nella vita, oltre che a guardare telefilm, studio Giurisprudenza per diventare un regular nella prossima stagione di How To Get Away With Murder.