skam italia

Perché non puoi fare a meno di vedere Skam Italia

1La chiave del successo di Skam è il passaparola. È per questo che non potevamo non spiegare i motivi per cui vale la pena vedere il remake italiano: Skam Italia

Skam è una serie nata in Norvegia che non solo ha proposto un format fresco, originale e al passo con dei tempi in cui non si fa altro che correre, ma ha anche dato il via a quello che attualmente sono dei gioielli: i remake. Non avendo i diritti per il doppiaggio, le nazioni interessate hanno creato la loro versione di Skam, integrando alla trama principale usi e costumi della loro realtà. Oggi parleremo del nostro orgoglio italiano: Skam Italia, arrivato alla terza stagione. Una serie che ci auguriamo diventi il culto che merita di essere, che ha dato un contesto e una caratterizzazione italiana così reale che è impossibile non considerare i vari personaggi parte della famiglia.

Il remake italiano è così bello che farebbe piangere spaghetti a chiunque. E se questo motivo non vi ha convinti, ecco a voi i motivi per cui non potete proprio perdervi Skam Italia!

Il format

Il format è geniale. Vedere una clip al giorno quasi tutti i giorni per un periodo consistente, permette allo spettatore non solo di entrare in empatia col protagonista, ma di sentirsi un protagonista. Ogni giorno si ha uno spiraglio di quello che succede nel mondo parallelo creato da Skam e gli avvenimenti sono così realistici che è tutto assolutamente plausibile.

Queste finestre su una realtà immaginaria e parallela possono essere, da un parte, un’arma a doppio taglio: talvolta le clip sono così brevi che è difficile soddisfare i gusti di tutti. Tuttavia, riescono a creare livelli di empatia unici e alla fine della stagione, ci si sente come se stessimo salutando un nostro amico di sempre che se ne va a vivere lontano.

Indietro
Emilia crede di essere una superdonna come Jessica Jones quando in realtà è fuori di testa quanto Jessica Day. Quasi più #maiunagioiasemper di Jon Snow, le piacciono gli attori con le belle braccia. Cammina sotto il suo ombrello giallo aspirando a diventare Rory Gilmore e, se capita, anche la moglie di Zac Efron.