Cole Sprouse arrestato

Cole Sprouse arrestato durante le proteste del Black Lives Matter: il racconto

Durante una delle tante proteste per il movimento Black Lives Matter, Cole Sprouse è stato arrestato insieme ad altri manifestanti. Scopriamo insieme cosa è successo.

Anche Cole Sprouse è sceso in prima linea per difendere George Floyd e la comunità nera americana!
L’attore di Riverdale, infatti, ha comunicato ai fan di essere stato arrestato mentre partecipava ad una delle proteste che si stanno verificando in questi giorni in USA.

Come molti di voi sapranno, nell’ultima settimana, una vera e propria rivoluzione ha scosso gli Stati Uniti.
Il 25 maggio, un agente di polizia di Minneapolis ha fermato e bloccato a terra George Floyd, spingendo il suo ginocchio contro il collo dell’uomo, mentre quest’ultimo continuava a ripetere “non riesco a respirare”.
La sua conseguente morte ha spinto la comunità nera a dare vita a tantissime proteste per chiedere giustizia per George e per tutti i neri ingiustamente uccisi.
Tantissime persone hanno marciato nelle strade delle più grandi città americane al grido di BLACK LIVES MATTER mentre moltissime star, attraverso i loro social, hanno dato risonanza alla vicenda, invitando le persone a fare donazioni.

Purtroppo, le cose sono peggiorate giorno dopo giorno.
Come testimoniano molti video, diversi corpi di polizia non hanno visto di buon occhio le proteste pacifiche ed hanno iniziato ad attaccare i manifestanti, addirittura arrestandoli.
E questo è quello che è successo anche a Cole Sprouse.

View this post on Instagram

A group of peaceful protesters, myself included, were arrested yesterday in Santa Monica. So before the voracious horde of media sensationalism decides to somehow turn it about me, there’s a clear need to speak about the circumstances: Black Lives Matter. Peace, riots, looting, are an absolutely legitimate form of protest. the media is by nature only going to show the most sensational, which only proves a long standing racist agenda. I was detained when standing in solidarity, as were many of the final vanguard within Santa Monica. We were given the option to leave, and were informed that if we did not retreat, we would be arrested. When many did turn to leave, we found another line of police officers blocking our route, at which point, they started zip tying us. It needs to be stated that as a straight white man, and a public figure, the institutional consequences of my detainment are nothing in comparison to others within the movement. This is ABSOLUTELY not a narrative about me, and I hope the media doesn’t make it such. This is, and will be, a time about standing ground near others as a situation escalates, providing educated support, demonstrating and doing the right thing. This is precisely the time to contemplate what it means to stand as an ally. I hope others in my position do as well. I noticed that there are cameras that roll within the police cruisers during the entirety of our detainment, hope it helps. I’ll speak no more on the subject, as I’m (1) not well versed enough to do so, (2) not the subject of the movement, and (3) uninterested in drawing attention away from the leaders of the #BLM movement. I will be, again, posting the link in my story to a comprehensive document for donations and support.

A post shared by Cole Sprouse (@colesprouse) on

La testimonianza di Cole Sprouse

Con un lunghissimo post su Instagram, Cole ha raccontato cosa è successo.
Mentre protestava con un gruppo di manifestanti in Santa Monica, questi sono stati avvicinati dalla polizia locale, che ha invitato loro ad andarsene, altrimenti li avrebbero arrestati. Ma quando il gruppo di manifestanti stava per allontanarsi, un altro gruppo di agenti ha bloccato e ha arrestato Cole Sprouse e tutti i presenti.
Fortunatamente, dopo poche ore, Cole e gli altri sono tornati in libertà.

L’attore ha poi ribadito l’importanza di alzare la voce in questi momenti. E ha invitato le persone nella sua posizione ad aiutare il più possibile la comunità nera a farsi sentire.
Per lui, è importante che i media si concentrino non sul suo arresto, ma sui reali motivi che hanno portato le persone a manifestare contro un sistema evidentemente marcio e corrotto.

Infine, nelle sue storie, Cole Sprouse ha condiviso un utilissimo documento per chiunque voglia informarsi sul movimento e donare.

Noi di DANinSERIES appoggiamo il movimento BLACK LIVES MATTER.
Il nostro team è contro qualsiasi forma di discriminazione che sia di razza, religione, genere o orientamento sessuale.
Nonostante la questione sembri lontana, in realtà ci riguarda più di quello che pensiamo.
Vi invitiamo quindi ad informarvi e a condividere sui vostri social quanto più possibile su quello che sta succedendo in America.

Per altre notizie, continuate a seguirci anche su Instagram, cliccando QUI.

Un Seth Cohen con i piedi a Caserta e la testa oltreoceano. Sarcastico, disagiato e socialmente imbarazzante. Credo nei primi amori e ho una relazione immaginaria con Emma Roberts e Holland Roden, a giorni alterni. Nella vita, oltre che a guardare telefilm, studio Giurisprudenza per diventare un regular nella prossima stagione di How To Get Away With Murder.