Cloak & Dagger 1×03: quando le cose si fanno confuse – Recensione

1Cloak & Dagger 1×03 – recensione: Cloak & Dagger continua a sorprendere come serie tv. Tra visioni paranormali e situazioni più che confuse, ecco la recensione di Stained Glass.

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries
Cloak & Dagger 1×03 – Una Tandy un po’ confusa

Cloak & Dagger 1×03 – Lo ripeterò fino allo sfinimento: la Marvel il suo lavoro lo sa fare bene. (Chiudiamo un occhio su Inhumans, okay? Gli errori confermano la regola, non si diceva così una volta? Okay). E questa serie tv sembra più che promettente. Ho l’impressione che ci stiamo muovendo nella giusta direzione, e che Cloak & Dagger entrerà presto nella mia top 10 dei telefilm più seguiti. Spero vivamente di non sbagliarmi, e nel frattempo aspetto con ansia il cameo di Stan Lee.

Ammettetelo che lo fate anche voi! State super attenti ad ogni minimo dettaglio perché si sa che, da un momento all’altro, tra un episodio e l’altro, Stan comparirà all’improvviso.
Attenderemo quel momento insieme, dunque.

Ho trovato questo episodio vagamente più lento rispetto i precedenti, ma apprezzo comunque che non ci venga dato un quadro completo immediato di ciò che stiamo guardando. La curiosità e l’impazienza dello spettatore aumentano, e smaniamo per volerne sapere di più. Quando arriva il prossimo sabato?

Credo che se la stagione di Cloak & Dagger ci fosse stata data tutta insieme, avrei fatto un binge-watching estremo. A fine episodio ero più o meno così

Amo i cliffhanger, amo i finali aperti che lasciano l’episodio a metà e sto amando questo show. Spero continui a sorprendermi e che non mi faccia rimanere delusa.

Per il resto, come al solito, bando alle ciance e via alla recensione!

Con l’apparizione della zia di Evita, Clarisse, inseriamo in questa serie tv il paranormale. Ritengo sia una scelta azzardata, perché dall’inserire il paranormale allo sfociare nel trash è un battito di ciglia. Se sfruttati bene, i dettagli mistici come in questo caso il voodoo, non fanno che aumentare l’interesse nei confronti di uno show. In questo episodio il paranormale non è stato di cattivo gusto ed ha aumentato moltissimo la mia curiosità e il mio interesse. La figura di Clarisse è stata appena accennata, ma con la conclusione dell’episodio intuiamo che, con ogni probabilità, darà del filo da torcere ai protagonisti. La scena tra Clarisse, Evita e Tyrone mi ha ricordato vagamente la Principessa e il Ranocchio. Ma suppongo sia dovuto semplicemente al fatto che vivo in simbiosi con la Disney, ed ogni cosa mi ricorda uno dei classici.

Cloak & Dagger 1×03 – Giù per il Bayou!

Tyrone si rivolge a Clarisse sotto consiglio (o meglio, sotto obbligo) di Evita che, come me, gli fa il filo senza nemmeno preoccuparsi di nasconderlo. Ma chi non avrebbe una crush per Tyrone? Misterioso, bello, eccetera eccetera. In questo episodio osserviamo un piccolo sviluppo del loro rapporto, che sfocia in un bacio scambiato tra i due. Ma non sono ancora sicura di aver inquadrato Evita.

Visto che non possiamo fidarci di Clarissa perché, per quanto Tyrone sia bello e adorabile, è piuttosto inquietante fabbricare una bambolina voodoo con una stampante 3D, ho il terrore che anche Evita abbia secondi fini. Che non riguardano esattamente il volersi portare a letto Tyrone, quanto più creare qualche casino. Per il momento resta una brutta copia di Josie di Riverdale: un po’ priva di carattere, abbastanza scontata e indecifrabile (perché, finché non ne sapremo di più, non possiamo fidarci al 100%).

Cloak & Dagger 1×03 – Voi volete bene a Josie??

Tyrone in ogni caso decide di fidarsi completamente delle erbe di una perfetta sconosciuta e per il piacere dei sensi ci regala anche uno streap. Con il bagno preparato assieme ad Evita tramite ricetta magica (ma come ci si fa a fidare delle erbe di una sconosciuta?!) entra nella dimensione del sottosopra e finisce con l’incontrare una Tandy bambina. E qui le cose si fanno confuse. Parecchio confuse.

Indietro