This is us 3x08
This is us 3x08

This is us 3×08: Six Thanksgivigs — Recensione

This is us 3×08 è la puntata tradizionale dedicata al Ringraziamento e per ringraziarci, anche quest’anno, This is us ci fa piangere! Scopri di più con la nostra recensione

This is us 3x08
This is us 3×08

L’ottavo episodio di questa stagione è a tema ringraziamento. This is us 3×08 decide di ringraziarci facendoci versare il doppio delle lacrime, inserendo in soli 40 minuti: Jack militare e suo fratello Nicky, l’ultimo ringraziamento di Jack adulto e la sua famiglia prima che muoia, William e un discorso strappalacrime di Randall adolescente a fine episodio.

Ti ringraziamo anche noi This is us, ti vogliamo bene.

Prima di iniziare, comunque, propongo un focus su Kevin adolescente che è sempre più bello:

This is us 3x08
This is us 3×08: Kevin adolescente non può farci niente se è così bello

This is us 3×08 – Six Thanksgivigs

Kate, Toby e Tess sono un trio inedito sperimentato in questo ottavo episodio ed è riuscito alla grande.

Non avevamo mai visto Kate in veste di zia, ma sempre come ragazza impegnata a piangersi addosso e scoprirla sotto questo punto di vista è stata una sorpresa. Non appare più immatura, ma è la confidente di Tess ed è sua complice in un punto cruciale per il suo sviluppo. Proprio come una vera zia dovrebbe essere.

Siamo davvero curiosi di vedere come Randall e Beth affronteranno la situazione e di come Tess crescerà e farà chiarezza su se stessa. Come al solito, This is us ha intavolato il discorso con una naturalezza e una dolcezza senza pari; il percorso di Tess risulta davvero naturale.

Nelle scorse stagioni e negli scorsi episodi abbiamo visto Toby alle prese con il complesso di non essere perfetto come Jack. Il complesso di Jack Pearson è una sindrome che affligge tutti i personaggi maschili della serie, ma Toby se l’è cavata bene.

This is us 3x08

This is us 3×08 – Six Thanksgivigs

Il secondo Ringraziamento di cui siamo stati ospiti è la mensa di beneficenza organizzata da Beth e Randall. Non c’è molto da dire, a parte il fatto che anche io, se fossi Randall, mi fiderei sempre e comunque di Beth. E che, per i due, questo è un episodio di transizione.

Quello che attira l’attenzione in questo Ringraziamento è, infatti, Deja.

È stato bello scoprirla in una nuova veste ma sempre coerente a se stessa e ritrovarla come all’inizio della seconda stagione, affezionata alla mamma e abituata a una vita difficile. È bello scoprire come non abbia dimenticato com’era vivere prima che Randall la incontrasse, ma che, anzi, abbia fatto della sua esperienza un’armatura per il suo nuovo presente.

Bellissimo personaggio!

This is us 3×08: William continua a farci piangere anche se non c’è più

Signori, non bastava il pianto di Jack Pearson nell’episodio precedente con colonna sonora cantata da Mandy Moore. Non bastava la storia strappalacrime di Zoe e il padre. Non basta la commozione perché la nostra Tess è diventata una signorina.

This is us ha deciso di ringraziarci per il nostro supporto inserendo William a tradimento. È scontato sottolineare quanto abbiamo pianto?

Mi sento di proporre un sondaggio: voi la sentite la mancanza di William?

This is us è una serie strutturata in modo che ogni personaggio sia sempre presente anche solo nei comportamenti degli altri personaggi. Nessuno ci lascia mai veramente, come in una famiglia. Ma a volte, si sente particolarmente la mancanza di William, col suo cappello e il suo stile incredibile, nei vari episodi.

È giusto che si dia spazio anche ai personaggi più secondari di cui non sappiamo niente, come Toby… eppure William è quel valore aggiunto a cui non riesci a non voler bene.

This is us 3x08

This is us 3×08 – Six Thanksgivigs

Siamo grati ai Pearson. In un mondo e una società contemporanea dove l’individualismo è al centro del mondo e il cinismo fa da sovrano, This is us ci fornisce questo spiraglio luminoso. Famiglia non è solo un collettivo di consanguinei, ma significa anche accogliere e far sentire a casa chi ne sa bisogno. Non è necessario avere lo stesso corredo genetico per far parte di una famiglia.

Nel Pilot è Jack che decide di crescere e accogliere Randall. È Randall che decide di accogliere in casa sua il suo padre biologico. Sono Rebecca e Miguel che si trovano a farsi compagnia e a colmare i rispettivi vuoti. Jack e Miguel, migliori amici, che si coprono le spalle a vicenda. E sono Kevin e Zoe, che apparentemente sembrano non appartenersi e invece sono già sulla strada per essere una famiglia.

I Pearson sono speciali. Danno una possibilità a chiunque e non smettono di credere in nessuno. Scritta così sembra la propaganda del mulino bianco, ma il loro essere una famiglia tradizionale in apparenza e non esserlo nella loro essenza li rende speciali e forti.

E il premio per il miglior discorso di questa terza stagione lo vince sicuramente Randall ragazzo:

This is us 3×08: Miguel

A tal proposito non passiamo non parlare di Miguel che se vi ricordate avevo previsto che sarebbe scoppiato prima o poi:

This is us 3x08Quant’è potente la scena di Annie che corre incontro a Miguel chiamandolo nonno? Per Annie Pearson un qualcuno che non è apprezzato dai suoi stessi figli è il nonno. La più grande prova, in questa bambina, che non serve avere del sangue in comunque per essere una famiglia.

 

L’ultima parentesi è per Jack Pearson, soprattutto perché il messaggio che lancia l’intero episodio è la sua eredità. Ed è bellissimo e anche realistico, vedere l’impatto che ha avuto un singolo essere umano su tantissime persone.

Jack potrà anche piangere solo e unicamente quando Rebecca canta, potrà essere un forte, un capofamiglia, ma quello che resta, che viene trasmesso e, in qualche modo, non muore mai, è proprio questa sensibilità e empatia che l’hanno reso così speciale.

This is us 3x08

Questo per dire che anche in quest’episodio Jack Pearson deserves better.

Ringraziamo This is us per Jack Pearson, le emozioni che ci ha regalato Miguel e gli addominali di Randall e Kevin.

This is us 3x08

Ringrazio voi per aver letto ancora una volta le mie frasi fatte. Vi invito a seguirmi su Twitter e su This is us facebook! L’appuntamento è alla prossima settimana!

MIGUEL SEI UN FIGO

This is us 3x08

 

Emilia crede di essere una superdonna come Jessica Jones quando in realtà è fuori di testa quanto Jessica Day. Quasi più #maiunagioiasemper di Jon Snow, le piacciono gli attori con le belle braccia. Cammina sotto il suo ombrello giallo aspirando a diventare Rory Gilmore e, se capita, anche la moglie di Zac Efron.