Supergirl 3×01: Kara is the new Alex – Recensione

1La première di Supergirl ci ha riservato molte sorprese, da nuovi villain a una Kara Danvers diversa da come la ricordavamo! Scoprite cosa ne pensiamo!


lasciaci un like su facebook e su instagram


>>> CLICCA QUI PER IL MIO PROFILO

Sembra ieri che…NO. Sembra passata un’eternità perché passare un’intera estate senza Kara Danvers e qualsiasi altra nostra serie preferita è terribile. Soprattutto quando quest’ultima finisce con l’addio di Mon-El e ti lascia di conseguenza stravolta. Nell’iniziare questo episodio, però, mi sono preparata psicologicamente alla sua assenza in modo tale da evitare altre scenate davanti al PC che stanno preoccupando seriamente le persone che mi stanno attorno.

karaL’episodio inizia con una specie di sogno, unico luogo dove Kara può incontrare le persone che ha perso e primo fra tutti Mon-El. Nel momento stesso in cui li ho visti insieme ho capito che tutta la mia preparazione anti-crollo psicologico era stata inutile e subito mi sono disperata perché sapevo che niente di quello che stava vedendo era reale e che appena si sarebbe svegliata tutto sarebbe finito.

kara

Prima, però, Kara incontra qualcun altro oltre al daxamita: Lois Lane sua madre. Dopo aver notato come il tempo non abbia minimamente scalfito il volto di Erica Durance, qualcosa sveglia Kara e siamo già costretti a dire addio a Mon-El. L’unico pensiero che ci consola è che nella vita reale quei due continuano a essere uno parte della vita dell’altra. Ritorniamo così bruscamente alla metropoli di National City dove a quanto pare Kara in questa stagione ha imparato la tecnica del dormire sospesa a migliaia di metri da terra. Un po’ come quando sei all’ufficio postale in coda e la tua mente inizia a vagare in un’altra dimensione finché qualcuno non ti supera e si inizia a litigare. Non è questo genere di villain che desta Kara dai suoi pensieri ma qualcuno al cui inseguimento ci sono già il DEO e la polizia, ovvero le Sanvers.

karaSupergirl subentra proprio all’ultimo momento per salvarle. A differenza di ogni altro suo intervento nelle stagioni scorse Kara non fa nessuna battuta, nessun sorriso amichevole o parola confortante alle persone che ha salvato. Salva gli innocenti e se ne va senza aggiungere altro. Abbiamo così fin da subito ben chiara la trasformazione della protagonista. Ha deciso di non provare sentimenti ma di agire semplicemente come Supergirl, come una supereroina aliena e non come un’umana con una vita, una famiglia e amici. È così strano vedere Kara Danvers, di solito la persona più solare e ottimista della stanza, ora seria e distaccata. Melissa Benoist cambia completamente volto davanti ai nostri occhi e sicuramente merita i complimenti. Nemmeno davanti alla possibilità di partecipare ai preparativi del matrimonio tra Alex e Maggie sembra cedere e mentre la sorella si chiede cosa ci sia che non va Winn come sempre dà voce ai miei pensieri. Mi sei mancato.

kara

Arriva poi il nuovo villain…

Indietro