Once Upon A Time 6×13 – Recensione – L’amore di un padre

1Un nuovo appuntamento con Once Upon A Time dove il protagonista è Rumple e il suo voler davvero cambiare, ovviamente per suo figlio.


lasciaci un like su facebook e su instagram


>>> CLICCA QUI PER IL MIO PROFILO

Non so se è stato fatto a posta o è stato un puro caso, ma il fatto che questo episodio di Once Upon A Time sia stato trasmesso proprio per la festa del babbo (non dirò mai papà, mai!) è qualcosa di davvero dolce.
Tutto si basa su Rumple e sul parallelismo del rapporto con Baelfire nel passato e con Gideon nel presente.

Abbiamo visto una parte di Rumple, soprattutto nel passato, che non conoscevamo. Abbiamo sempre saputo dell’amore enorme che provava per Bae, che ha fatto tutto solo ed esclusivamente per lui, ma questa volta abbiamo visto sacrificarsi lui stesso per lui. E questo è qualcosa di davvero sorprendente che non ci aspettavamo considerando che lo ha praticamente perso per non rinunciare al suo potere.

E oltre a questo è stato mostrato di nuovo cosa fa l’oscurità, è stato mostrato com’è.
Vi faccio un piccolo appunto a tutti voi che mi leggete, e spero davvero che mi leggiate prima di commentare, e spero che possiate un attimo riflettere su quello che sto per dirvi.
Nella scorsa stagione ci sono state tante, ma tante polemiche e tutte sono state dovute al voler soffermarsi su una cosa specifica, sì parlo dei Captain Swan. A me dispiace che l’anno scorso tutti vedevano solo questa cosa, quando chiaramente è stato mostrato non solo loro, ma è stata esplorato l’oscurità.
Ci è stata spiegata in una maniera perfetta e mi dispiace che pochi abbiano apprezzato tanto questa cosa e non perché fosse nascosta, ma proprio perché ci sono stati troppi pregiudizi.
Questo per dirvi che come già ci era stato fatto vedere come agiva l’oscurità, in questo episodio è stato rimarcato e spero che sia stato colto come si deve.

Ma parliamo di ciò che è accaduto…

Indietro