Grey’s Anatomy 13×09 – Recensione

prima di continuare lascia un mi piace alla nuova serie evento con Milo Ventimiglia, This Is Us 👇❤️

Fan di Grey’s Anatomy, siamo giunti al winter finale di questa tredicesima stagione. Potendo considerare la pausa invernale come il raggiungimento di una tappa dello show, mi sento di dire: e quindi?

Come già accennavo nelle precedenti recensioni, a mio avviso la storia fatica ad ingranare. Accadono cose che emozionano, cose belle e cose brutte, eppure dopo nove episodi quasi tutti i personaggi sono allo stesso punto del primo. Chiaramente il midseason finale non poteva che lasciarci con il fiato in sospeso e in sé la puntata mi è piaciuta, ma ci siamo arrivati dopo un percorso abbastanza lento. Mi auguro che, quando la serie tornerà a gennaio, possa ripartire con un ritmo più sostenuto. E, se possibile, con i pochi personaggi superstiti ancora insieme. Chiedo troppo, vero?

Tornando all’episodio 13×09, ci sono stati molti elementi emozionanti, alcuni meglio approfonditi di altri. Sicuramente la storia che fa da background, ovvero il crollo dell’edificio, ha creato l’irrequietezza giusta per far venire tutti i nodi al pettine.

Finalmente Richard Webber ha affrontato Miranda Bailey sulla spinosa questione Minnick, per esempio. Le contingenze, tra operazioni e casi problematici, hanno fatti sì che l’incontro-scontro tra i due sia avvenuto solo alla fine, già carico di tensione. Partiamo dal presupposto che non provo una grande simpatia con Eliza e nelle sue interazioni con Arizona l’unica cosa che mi è piaciuta è stata la Robbins stessa. #AlwaysTeamArizona

Ciò detto, pur se avessi amato il nuovo personaggio, non avrei potuto accettare questo atteggiamento della Bailey nei confronti di Webber. E’ il suo mentore, il suo amico più fidato, il suo maestro. La lealtà e il rispetto sono venuti completamente meno e questo, a mio avviso, c’entra poco con il ruolo di capo. Va bene concepire dei cambiamenti, ma ci sono modi e modi di gestire le situazioni e Miranda questa volta lo sta facendo nel modo sbagliato. Per questo quando Maggie ha riunito il plotone del Grey Sloan Memorial Hospital mi sono davvero sentita parte della squadra a suon di #Dont’MessWithWebberBitch. Insomma, il mio punto di vista si è capito ampiamente. Tengo troppo al duo Miranda-Richard. In più, cara Eliza, non si nega mai un caffè a Webber. Voi cosa ne pensate di questo?

Ma passiamo oltre.

prima di continuare lascia un mi piace alla nuova serie evento con Milo Ventimiglia, This Is Us 👇❤️

LASCIA UN COMMENTO