Arrow 4×17 – Il faro della speranza o il disagio avanza?

Ti aspetto sul mio profilo Instagram!

Salve cari arrowiani!
Per chi non mi conosce, mi presento: sono Sabrina e sostituisco – sono onoratissima di prendere le vostre redini, ragazzi miei! – di Yuri e Fran.
No mi dilungo troppo, mi conoscerete meglio nel corso delle varie puntate anche se ci stiamo dirigendo verso il finale di stagione.
A proposito del finale: non l’ho mai desiderato cos√¨ tanto, forse perch√© ci sar√†¬†quel colpo di scena tango agognato e la morte nella tomba (?) verr√† svelata, con questo¬†magari Arrow riesce a scuoterci e a risollevarsi.
Perché la reazione avuta in questi 40 minuti è stata:

Non si regge, non si regge.
Darsi pugnalate per sport sarebbe stato pi√Ļ divertente.
Sono cruenta, sono cattiva? Assolutamente sì! Perché non è possibile che Arrow cada così in basso e che mi passi 40 minuti di episodio a parlarmi di API.
Torna Bee, donna di cui mi ero totalmente dimenticata l’esistenza a causa delle mia memoria a breve termine compromessa, che dalla prigione porta con s√©¬†una schiera di api¬†pronta ad¬†appropriarsi del cip che Felicity ha nella schiena.
2
3
Certo.
Giusto.
Non fa una piega.
Oliver e il team abbandonano il loro allentamento nella Arrow-caverna, accorrono in aiuto di Felicity e dei membri del consiglio che sono stati presi in osteggio dalla pazza Bee.
Inizialmente falliscono, perch√© le api si radunano insieme per formare l’uomo ape.¬†
“Le api si radunano insieme per formare l’uomo ape. “
Non credevo arrivare un momento della mia vita in cui potessi davvero dire quello che ho appena detto.
L’uomo ape ferisce gravemente Oliver e un’ape si √® appropriata del corpo di Oliver – sputtanandocelo, perch√© una maledetta ape c’√® riuscita e noi no – e inizia a riprodursi con lui davanti a tutto il team.

Tutto si risolve grazie all’arrivo di Curtis che scopre per caso il covo segreto di Green Arrow.
Certo.
Giusto.
Non fa una piega.
Curtis sviene, come faremmo noi alla vista di Ollie, ma si riprende grazie a una soluzione endovena  e inizia a riconoscere quasi tutti i membri del team.
8
9
Dopo la malattia guarita per mezz’ora,¬†credo¬†fermamente che Oliver e il suo¬†team siano dei geniacci.
Sono oltre: cioè, a Star City si cammina con un cip nella schiena, ci sono flebo miracolose che ti fanno riprendere Рgiusto il tempo di aiutare Felicity a sopravvivere o di andare a guardare il derby della vita allo stadio Рe hacker che ti inventano antidoti in 5 minuti che ti dico fermate.

Ogni cosa si risolve. Felicity uccide l’uomo ape, Oliver si salva dalla sparatoria, le speranze per l’Olicity tornano per un minuto nei nostri occhi.
Ma Felicity non vuole pi√Ļ la vita per cui era tornata e aveva convinto a restare a Star City.
Certo.
Giusto.
Non fa una piega.

Ora Felicity vuole fare la differenza e quindi distribuirà il cip per far camminare i paralitici come cibo per pesci.
Mandiamo all’aria la medicina moderna, Grey’s Anatomy ne sar√† felice!

Menzione d’onore a Laurel, donna cresciuta tantissimo nel corso delle stagioni. Se me la uccidete, poi saremo noi a uccidere voi.

Personaggio dell’episodio √® comunque Curtis che come #badass della situazione, assume il ruolo di Felicity e¬†¬†risponde cazzutissimamente a Oliver, Si conferma il Cisco 2.0 di Arrow!

Lian Yu –¬†
Che diavolo √® successo anni prima nell’isola dove √® finito Oliver?
4
Io davvero ci rinuncio a capirlo.

Io vi ringrazio di cuore per avermi letto. Un saluto speciale, nuovamente, a Yuri e Fran che mi hanno passato questo magnifico testimone.
Un grazie alla pagina Arrow e The Flash humor, passate da lì per news e risate!
Alla prossima,
La vostra Sabri ♥

Nata in un paesino siciliano, adesso studia a Firenze. Ha cancellato dieci volte questa biografia, ma all'undicesima ha deciso di scrivere le prime cose che le venissero in mente e il resto lasciarlo al caso. Tra Dean Winchester e Jamie Fraser, le sue giornate sono piene di odi rivolte ai suoi due personaggi preferiti. Degna telefilm dipendente, si diletta a fare tra l'assaggiatrice ufficiale di dolci e l'aspirante scrittrice. Un libro tutto suo? Work in progress!