Animali Fantastici e dove trovarli: lo Snaso esiste davvero

Nel nuovo film con Newt Scamander faremo la conoscenza di tante creature particolari, che, secondo i babbani, non esistono. Forse su una specie dovranno ricredersi: lo Snaso.
Animali Fantastici: Snaso

Molti tra coloro che hanno già visto Animali Fantastici e dove trovarli si saranno accorti della vera star del film, mentre gli altri si saranno sicuramente resi conto in rete del successo che questo piccolo animaletto chiamato Snaso ha riscosso. Ma per i non esperti, vediamo un attimo cos’è uno Snaso. Vi riporto qui di seguito la definizione elaborata dallo stesso Newt Scamander, interpretato nel film da Eddie Redmayne, nel suo libro che dà il titolo alla versione cinematografica:

SNASO
Classificazione del Ministero della Magia (M.D.M.): XXX – un mago capace dovrebbe cavarsela

Lo Snaso è una bestia inglese. Soffice, nera e dotata di un lungo muso, questa creatura sotterranea ha una predilezione per tutte le cose luccicanti. Gli Snasi vengono spesso allevati dai Goblin per scavare nel profondo della terra in cerca di tesori. Benché lo Snaso sia gentile e anche affettuoso, può rivelarsi devastante nei confronti delle proprietà di un mago e non dovrebbe mai essere tenuto in casa. Gli Snasi vivono in tane fino a sei metri di profondità e danno alla luce da sei a otto piccoli per cucciolata.

– Scamander, N. (1927). Fantastic Beasts & Where To Find Them (pp. 54). Londra: Obscurus Book

Beh, ragazzi, vi diamo una notizia: nascondete tutto ciò che luccica perché, a quanto pare, la specie fantastica degli Snasi esiste davvero! O meglio, è visibile al mondo babbano. (Sappiamo tutti che gli Animali Fantastici esistono, ma si nascondono per bene).

Sembrerebbe, infatti, che questo tenero esserino peloso abbia una certa somiglianza con un animale caratteristico dell’Australia, che prende il nome di Echidna dal becco corto.

Ma come ci si è accorti di ciò?

Proprio il giorno di uscita nelle sale di Animali Fantastici e dove trovarli, lo zoo di Taronga ha annunciato la nascita di tre piccoli di Echidna dal becco corto. Un evento non da poco dato che non accadeva da trent’anni. Questa specie, infatti, difficilmente si riproduce in cattività.

Venuti a conoscenza dell’evento, molti fan di Harry Potter ed addirittura testate giornalistiche come l’inglese The Mirror, si sono resi conto di questa somiglianza. Date un occhio e giudicate voi.

Solo i cuccioli, come quello nel post qui sopra, assomigliano effettivamente agli Snasi. L’Echidna adulta sviluppa, infatti, gli aculei, come potete vedere nella foto che segue:

Che cosa curiosa, non trovate? Io ho sempre pensato che l’Australia fosse un luogo davvero magico, ma chi avrebbe detto fino a questo punto!

Se non l’avete ancora fatto, andate al cinema e poi passate da DANinSERIES che siamo curiosi di sapere il vostro parere sul film! Alla prossima!

Leila

Vi lascio altri articoli che potreste aver piacere di leggere:

Vi invitiamo a seguire anche la pagina Facebook Sta cambiando fuori. Arriva una tempesta, Harry. Come l’ultima volta.